Affitti non riscossi al Parco Verde, la Corte dei Conti mette il Comune di Caivano sotto inchiesta

Venerdì 20 Settembre 2019
Canoni di locazione e indennità di occupazione del «Parco Verde» non riscosse dal Comune per un danno erariale accertato dalla Corte dei Conti di circa un milione di euro. I carabinieri della tenenza di Caivano, su disposizione della Procura Regionale della Corte dei Conti presso la Sezione Giurisdizionale per la Campania, hanno notificato una serie di inviti a dedurre per accertare il danno erariale alle finanze del Comune di Caivano per la «mala gestio» del complesso di edilizia residenziale pubblica denominato Parco Verde.

Le informative trasmesse dai militari - si apprende dagli investigatori - hanno documentato gravi negligenze degli uffici dell'amministrazione comunale di Caivano, in particolare nella riscossione dei canoni di locazione e delle indennità di occupazione dei 750 immobili del parco. La mancata riscossione delle quote menzionate, nel periodo compreso tra il 2004 e il 2008, ha portato a un danno erariale di oltre un milione di euro. Destinatari dei provvedimenti sono amministratori e funzionari dell'ente, responsabili a vario titolo della gestione amministrativa e tecnica del patrimonio immobiliare.

In particolare si contesta all'amministrazione comunale di non aver svolto un'adeguata azione di controllo e gestionale volta alla risoluzione del fenomeno in aumento delle occupazioni abusive; dell'istruzione e definizione delle istanze di regolarizzazione formulate dagli occupanti - eccezion fatta per il solo ed unico caso relativo alla singolare posizione di un occupante, definito «con estrema perizia e sollecitudine»; della riscossione dei canoni di locazione, delle indennità occupazionali e delle azioni legali volte al recupero delle morosità © RIPRODUZIONE RISERVATA