De Luca: «Da Meloni aggressione, stile da stracciarola. Le sagre? Che livelli di cialtroneria»

Il governatore della Campania: sfido di nuovo il premier ad un dibattito pubblico

De Luca: «Da Meloni aggressione, stile da stracciarola»
De Luca: «Da Meloni aggressione, stile da stracciarola»
Venerdì 23 Febbraio 2024, 15:26 - Ultimo agg. 24 Febbraio, 07:22
3 Minuti di Lettura

«Ieri mi è stato detto della performance in tv del Presidente del Consiglio, visto che mi tira in ballo, la ringrazio per l’attenzione, mi fa diventare l'antagonista principale avversario del governo, invece sono un modesto artigiano della politica, non come Meloni. Le propongo di nuovo un dibattito pubblico su fondi europei per la Campania, sulla trasparenza, sulla capacità di spesa. O mi lascia in pace o facciamo dibattito pubblico, le spiegherò cose di cui non ha molta familiarità, come i fondi europei».

Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta settimanale su Facebook in riferimento all'intervento televisivo della presidente del Consiglio alla trasmissione Porta a Porta su Rai1.

«E' in atto una campagna di aggressione mirata e di falsificazione che si accompagna sempre all'aggressione politica. Non possiamo dare spazio a chi adotta uno stile da stracciarola, fatto di volgarità, approssimazione, arroganza e mistificazione. Dobbiamo evitare di dare spazio a questi atteggiamenti: le cose che riguardano la Campania si decidono a Napoli e non a Roma e men che mai nelle stanze del Presidente del Consiglio.

Mi è stato riferito che ieri la Presidente del Consiglio si è esibita in una performance con l'adozione di quello stile cui facevo cenno».

Video


«A proposito della campagna di falsificazione in cui sono impegnati soprattutto i giovanotti di Fdi, ma tutta la maggioranza, e a proposito della performance di ieri del premier sulle sagre - ha detto De Luca durante la diretta Fb - mi hanno portato un ritaglio di Repubblica del 25 luglio 2022 in cui si spiegava che il partito di Giorgia Meloni aveva in animo di toccare le principali feste delle Campania in campagna elettorale. In particolare, il segretario regionale del suo partito invitava gli elettori della Meloni ad andare in giro per sagre. Ora, vorrei dire all'onorevole Meloni, che una regione dà i soldi - 10 mila euro, 20 mila euro - ai Comuni e alle proloco che poi organizzano la sagra: ma ci si può ridurre da Presidente del Consiglio a questi livelli di volgarità e cialtroneria?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA