Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

De Luca nomina una Giunta rosa. Sei donne tra gli otto assessori, Bonavitacola sarà il vice

Lunedì 6 Luglio 2015 di Paolo Mainiero
De Luca nomina una Giunta rosa. Sei donne tra gli otto assessori, Bonavitacola sarà il vice

NAPOLI - Nasce la nuova Giunta della Campania. Fulvio Bonavitacola ne sarà il vicepresidente. Battuta la concorrenza di Raimondo Pasquino, che alla vigilia era dato per favorito. Lo ha comunicato il governatore Vincenzo De Luca durante la conferenza stampa subito dopo il suo insediamento a Palazzo Santa Lucia.

Sei donne in giunta e due gli uomini. Lidia D'Alessio va al Bilancio, Valeria Fascione all'Internalizzazione e start up, Lucia Fortini alla Scuola e Pari Opportunità, Chiara Marciani a Lavoro e Formazione, Sonia Palmieri a Risorse umane e territorio, Livia Angioli ai Fondi Europei, Amedeo Lepore alle Attività produttive. Bonavitacola avrà la delega all'Urbanistica mentre De Luca ha tenuto per sè Agricoltura, Ambiente e Trasporti.

E proprio sulla sua giunta in rosa il presidente ha fatto una battuta: «Siamo riusciti a tutelare la quota azzurra».

Il governatore Vincenzo De Luca ha nominato anche quattro consiglieri del Presidente. Si tratta di Mario Mustilli, consigliere finanziario; Sebastiano Maffettone che si occuperà di organizzazione culturale; Paolo De Ioanna ai rapporti con le amministrazioni centrali, e Francesco Caruso cui va la delega ai rapporti internazionali e con l'Unesco. Capo di gabinetto della Regione sarà il dottor Sergio De Felice, consigliere di Stato. Tutte le nomine saranno immediatamente operative dopo la prima seduta del Consiglio regionale convocato per giovedì prossimo, 9 luglio (ore 16).

«Credo di aver mantenuto l'impegno di dare vita ad una giunta al di fuori di ogni logica del mercato della politica ma rispettando il criterio dell'assoluta autonomia del presidente» ha detto il governatore. «Una squadra aperta alla società civile - ha sottolineato - e alle competenze professionali in vista dei compiti faticosi che ci attendono già in queste ore».

«Nel nostro lavoro non conteranno lobby o bandiere di partito, conterà solo la serietà» ha proseguito De Luca rivolgendosi poi a dirigenti e funzionari regionali chiamandoli a «una sfida»: «Non abbiamo bisogno dell'ordinaria amministrazione o del tirare a campare, abbiamo bisogno di gente entusiasta per la sfida che vogliamo lanciare, essere la prima regione d'Italia. Possiamo esserlo in tutti i campi, abbiamo le competenze per vincere questa sfida», ha concluso De Luca.

Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 08:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA