De Luca: «Io condannato per “reato linguistico”»

Vincenzo De Luca
«È stata finalmente pubblicata dopo una vicenda giudiziaria di cinque anni relativa a fatti del 2008, la sentenza di 142 pagine sulla ormai famosa vicenda della nomina di un 'Project Manager', nell'ambito del gruppo di lavoro incaricato della redazione di un progetto preliminare per un termovalorizzatore, costituito tutto da dipendenti pubblici per ragioni di risparmio e di rigore amministrativo. La sentenza in questione ribadisce che l'abuso d'ufficio consiste in un 'reato linguistico'»: Vincenzo De Luca, candidato del centrosinistra per la presidenza della Regione Campania, commenta così le motivazioni - depositate ieri dal tribunale di Salerno - della sentenza che lo ha condannato in primo grado per abuso d'ufficio. Il 'reato linguistico', prosegue l'ex sindaco di Salerno, consiste «nell'aver nominato - anziché un 'coordinatore' del gruppo di lavoro - un project manager, figura non presente nella normativa generale in materia d'appalti. Viene ribadito, dunque, che l'abuso d'ufficio consiste nella (come recita la sentenza) 'adozione di un atto amministrativo con motivazione di mero stile'».
Mercoledì 22 Aprile 2015, 14:23 - Ultimo aggiornamento: 22-04-2015 14:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2015-04-23 11:14:00
x felipe Ma perchè tu conosci il metodo di ricerca dei candidati PD e di Forza Italia? Ma chi li conosce? Forse li conoscono Renzi (che come ministri ha messo tutte le sue "amiche"), Berlusconi, Alfano, che riempiono le liste piene zeppe di pregiudicati, condannati con sentenza passata in giudicato, indagati....e tu ti fidi ancora di questa gente qui? Vuoi vedere che adesso il problema in Italia sono i candidi grillini?
2015-04-23 10:58:00
x felipe Chi li scegli i grillini? Il web caro amico, in piena democrazia, è tutto legale...E' tutta gente preparata, che conosce i problemi del territorio dove vivono, ma soprattutto sono tutti INCENSURATI (a differenza di altri...capisci a me !!) E non è affatto vero che basta appena un curriculum riempito di insulti e volgarità per candidarsi, non so chi ti abbia dato queste false informazioni. E poi chi ti dice che questa gente non sia capace di governare il paese? Forse conosci qualcun altro che finora, negli ultimi 20 anni, sia riuscito a farlo? Io non sto a discutere della sentenza su De Luca, se è colpevole o innocente, o se è un politico capace o meno...però so soltanto che è stato condannato per abuso d'uffucio (non un reato di poco conto) e, secondo la legge Severino, non potrebbe candidarsi. Puoi almeno provare a contestare questo?
2015-04-23 08:27:00
X Gianluca 100 Gentile Gianluca, la prego di leggere la motivazione della sentenza, il De Luca è stato condannato per abuso d'ufficio, si è inventato il Project Manager che è una figura inesistente nell'ordinamento delle gare d'appalto che sono normate con la legge n. 163/2006 in cui all'art. 10 indica quale delle essere la figura che governa le gare d'appalto e ne risponde innanzi alla Legge. Questa figura è il RUP che non può essere un amico del sindaco come in questo caso, ma deve avere specifiche caratteristiche. Quindi se lei è una persona obiettiva si renderà conto che a prescindere dalle simpatie politiche, perché reputa il De Luca una persona al di sopra di ogni sospetto, ha comunque fatto un illecito penalmente perseguibile, che se commesso da altri probabilmente lei sarebbe molto indignato. Quindi non due pesi o due misure.
2015-04-22 21:04:00
X oplontis Prova tu a raccontarmi del metodo di ricerca dei candidati grillini. Chi li sceglie e chi li conosce? Basta appena un curriculum (talvolta falso) e in alllegato l'elencazione puntuale di una serie di volgarità, minacce ed improperi....Questo è il metodo. E queste scelte mi dovrebbero garantire sulla loro capacità di saper governare il Paese? Siamo all'assurdo e al ridicolo.... De Luca contesta la sentenza perchè è LUI l'imputato, e la contesta nei Tribunali della Repubblica oltre che sui Media. E' nel suo pieno diritto. Non vedo dove sia l'anomalia. Entrando nel merito, la condanna di De Luca è stata scritta: ha firmato una delibera nella quale c'era un errore su di una nomina. Non sulla persona bensì sul titolo dato all'incarico. Reato pomposamente chiamato "abuso d'ufficio"! Sai quanti abusi d'ufficio si commettono giornalmente in Italia? Migliaia! De Luca è un delinquente per questa condanna in prima istanza? Mah! Opinioni! Ti dirò, a me non è mai stato particolarmente simpatico, ma lo voterò convinto perchè lo considero molto preparato e capace, voglioso di stupire e dotato di polso. E' quello che ci vuole preparato dopo anni di immobilismo. Certamente, tra i due contendenti, nessun dubbio in proposito. L'altro è solo un vuoto a perdere..... .
2015-04-22 16:59:00
Abusi di atti d'ufficio: Sei stato condannato per codesto reato, è inutile che ti arrampichi sugli specchi e cerchi qualsiasi tipo di ''paraustiello'' per suscitare consensi. Sei un candidato impresentabile, vuoi competere per la poltrona di governatore della Campania.....? Fallo, nessuno te lo impedisce, ma sappi che nel caso di una tua vittoria resterai interdetto dai pubblici uffici e quindi la tua vittoria sarà solo un'ulteriore problema da aggiungere ai tanti altri che ci affliggono.

QUICKMAP