De Luca: «I navigator? Partecipino
al concorso della Regione Campania»

Venerdì 26 Luglio 2019
«Anche i navigator possono partecipare: avete tempo fino a fine agosto per iscrivervi al concorso, chi vuole partecipi al concorso serio, per un lavoro stabile». Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ai microfoni di Lira tv, parlando della questione dei navigator, il cui compito è guidare chi percepisce il reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro. Lunedì, ha annunciato il governatore, «abbiamo un tavolo tecnico di trattativa a Roma».

«Siamo pronti a discutere con chiunque - ha assicurato - ma non a farci prendere in giro». «Propongono un contratto di Cocopro, creando nuovo precariato, promosso dal pubblico - ha affermato - Non vogliamo riprodurre altro precariato. Basta». «Il contratto che viene proposto legittima il doppio lavoro - ha sottolineato - Non è prevista incompatibilità: ci so o professionisti che, durante la settimana, possono fare il loro lavoro, e il sabato e la domenica i navigator, cioè niente». «Facciamo tutti gli accordi del mondo - ha aggiunto - a condizione che i contratti di lavoro non siano precari».

De Luca ha ribadito la necessità di fare «formazione professionale seria e di procedere alla stabilizzazione dei giovani da parte dell'Anpal, Agenzia nazionale per il lavoro». «Nella nostra regione abbiamo 3700 precari Lsu, il 31 ottobre scade convenzione e queste persone non sanno che fine fare - ha evidenziato - Oltre a questi abbiamo precariato storico, liste di disoccupati storici, i precari dei consorzi di bacino, e questi che vanno a proporre altri precari? Ma voi non state bene con la testa». «Vogliamo aprire una vertenza Campania - ha concluso - garantiamo la stabilizzazione di questi 3700 e affrontiamo le crisi industriali». Ultimo aggiornamento: 27 Luglio, 07:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA