Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Referendum 2022, De Luca: «È stato demenziale, mi aspettavo di peggio»

Martedì 14 Giugno 2022
Referendum 2022, De Luca: «È stato demenziale, mi aspettavo di peggio»

«Il flop del referendum? Mi aspettavo pure di peggio. Non mi meraviglio di quelli che non sono andati a votare, mi meraviglio di quelli che ci sono andati. Diciamo la verità: è stata una cosa un pò demenziale». Così il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, interpellato sull'esito dei 5 referendum sulla giustizia.

«Io sono andato a votare, fedele nei secoli agli obblighi democratici» ha aggiunto De Luca «ma mi sono trovato nelle mani questi 5 lenzuoli, queste 5 schede. Mi mettevo nei panni di una persona di una certa età: ma si può essere così deficienti?».

Secondo De Luca «dobbiamo capire che questi strumenti di partecipazione diretta vanno gestiti in maniera seria, civile, efficiente. Si fa un quesito alla volta, chiaro, e si chiamano i cittadini a partecipare. Non puoi fare 5 interrogativi da mettere sulle schede. Al di là di questo» ha proseguito il governatore campano «non c'è stato il clima, non c'è stata la partecipazione. Diciamo la verità, ormai i cittadini sono distratti da altre questioni. Non solo le guerre, i conflitti, ma i problemi sociali che cominciano a mordere sulla carne viva delle famiglie, dei lavoratori e dei pensionati. La testa della gente comincia a essere spostata su questi problemi di sopravvivenza e dovremmo capirlo per tempo».

Video

Ultimo aggiornamento: 22:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA