De Vincenti: con De Magistris
è iniziato il dialogo per Napoli

ARTICOLI CORRELATI
  • 41
«È francamente complicato comprendere perché ci si attardi su dettagli davvero insignificanti, tipo strette di mano- sorrisi - sguardi - passi avanti o meno, perdendo di vista il nocciolo della questione: da ieri, finalmente, è cominciato un dialogo con il comune di Napoli sul futuro della città, sui bisogni della città, Bagnoli in testa». Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti commenta l'incontro che si svolto ieri tra la delegazione governativa e quella di palazzo san Giacomo e gli attesi sviluppi. «E in fondo è stato facile iniziarlo: è bastato che il sindaco De Magistris telefonasse e chiedesse di incontrare il governo senza alcuna condizione pregiudiziale da parte sua, in particolare sul commissario Nastasi - prosegue De Vincenti -. Del resto, l'avevamo sempre detto che le porte di palazzo Chigi sono aperte».

«Ora si tratta di portare avanti il confronto, nello stesso spirito costruttivo che ha caratterizzato la riunione di ieri. Deve essere chiaro però che il riconoscimento da parte del sindaco della cabina di regia per Bagnoli come sede naturale di tale confronto è la condizione indispensabile perché l'interlocuzione possa procedere e dare i frutti sperati. Nell'esclusivo interesse di Napoli», conclude il sottosegretario.
Venerdì 30 Settembre 2016, 15:31 - Ultimo aggiornamento: 01-10-2016 11:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP