Elezioni 2022, Franceschini e Speranza a Napoli: «Il Sud è la priorità assoluta»

Elezioni 2022, Franceschini e Speranza a Napoli: «Il Sud è la priorità assoluta»
Sabato 3 Settembre 2022, 14:10 - Ultimo agg. 17:59
3 Minuti di Lettura

«Vorrei che fosse una campagna elettorale fatta da persone serie, non persone che lanciano slogan su cose impossibili semplicemente per raccogliere consensi e non prendono impegni per il paese. Noi stiamo cercando di farlo in modo serio. Vedo gli slogan della destra, sono slogan assolutamente demagogici che puntano solo a imbrogliare le persone». Così Dario Franceschini, candidato a Napoli, a margine di una manifestazione elettorale del Pd. «Noi stiamo facendo una campagna seria, ci presentiamo sulla base del lavoro fatto e delle cose che vogliamo fare per il paese, in particolare mettendo una centralità al mezzogiorno - ha sottolineato - anche per questo ho chiesto e sono candidato a Napoli. Nella soluzione dei problemi del sud non si risolvono solo i problemi di questa terra, è la condizione per avere l'Italia competitiva. La crescita del sud e la creazione di posti di lavoro è quello che può salvare l'economia italiana. Quindi è un impegno nazionale che dobbiamo portare avanti giorno dopo giorno e lo faremo». 

Sul tema è intervenuto anche Roberto Speranza, ministro della Salute candidato a Napoli: «Il Sud è la priorità assoluta per cui sono qui a Napoli. Il Sud deve alzare la testa, deve diventare la priorità dell'agenda politica nazionale. Abbiamo bisogno di ripartire dalle questioni vere che riguardano le persone del Sud. Quindi lavoro prima di tutto, la difesa della sanità pubblica, la difesa della scuola pubblica. C'è una grande questione sociale nel Mezzogiorno che non può essere dimenticata. In questo momento nella campagna elettorale questo tema non è centrale. Io spero che da oggi dopo questa iniziativa diventi il principale tema della campagna elettorale - sottolinea - Io mi sono impegnato sempre su cose concrete, le cose concrete le ho provate a realizzare. Avevo detto che avremmo aumentato i soldi per il Sud e la sanità e l'abbiamo fatto, mi ero impegnato per mettere al centro il diritto alla salute e in questi mesi e in questi anni lo abbiamo fatto. Ora in questa nuova fase voglio provare a mettere al centro la questione di un Sud che riparte, che si rialza, che non deve credere alle promesse ma deve affidarsi alla serietà delle persone che hanno dimostrato sul campo di poter affrontare problemi anche molto seri e che da oggi vogliono mettere al centro questo tema come prioritario della nostra agenda politica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA