Elezioni a Napoli, Maresca e Bassolino lanciano le capoliste

Giovedì 23 Settembre 2021 di Valerio Esca
Elezioni a Napoli, Maresca e Bassolino lanciano le capoliste

Catello Maresca e Antonio Bassolino a caccia dei voti delle quote rosa. Le donne irrompono prepotentemente nella campagna elettorale a poco più di dieci giorni dal voto per le amministrative del 3 e 4 ottobre. Ieri Bassolino, oggi Maresca, si affidano allo spirito combattivo e alla forza delle donne delle rispettive coalizioni per la volata finale.

L'ex sindaco ha incontrato le candidate ieri pomeriggio a Santa Maria la Nova, Maresca lo farà oggi alle 11, presso la stazione della Metropolitana di piazza Municipio. «Si sente una positiva differenza rispetto a tante occasioni a tante ritualità ha evidenziato Bassolino - a me sembra giusto sottolineare, come nelle nostre 5 liste abbiamo il 42 per cento di presenza femminile e 4 donne candidate alla presidenza delle Municipalità. Ai dirigenti di partito che dicono dobbiamo andare avanti, io rispondo, più avanti di questo modo di fare campagna elettorale e di questa straordinaria presenza e militanza politica e civica?». Prima di Bassolino sono intervenute Ester Inzidillo, della lista Napoli è Napoli con Bassolino sindaco, Anna Savarese capolista di Con Napoli Bassolino sindaco, Simona Russo capolista di Azione, Rosanna Laudanno capolista di Bassolino per Napoli e Soraya D'Apuzzo per il Partito Gay Lgbt+. Bassolino può contare su un esercito di donne: 72 tra le cinque liste al Comune, senza considerare quelle nei parlamentini. «Stiamo guardando avanti per valorizzare energie nuove, per mettere al centro la forza delle donne e rimarca l'ex governatore - dobbiamo continuare la nostra battaglia per trasformare questa militanza politica e civica in una esperienza politica amministrativa. Per continuare la nostra azione e andare al ballottaggio e poi nelle due settimane successive giocarci fino in fondo la partita del governo della città». 

Oggi alle 11 invece toccherà a Maresca tingersi di rosa. L'appuntamento con le sue candidate, comprese quelle che non correranno alle elezioni, perché in liste escluse dopo la decisione del Tar e del Consiglio di Stato, è in piazza Municipio, nei pressi della stazione della Metropolitana. L'iniziativa unitaria delle donne della coalizione di centrodestra a favore di Maresca verterà su due temi: sicurezza e trasporti «per denunciare le condizioni di pericolo e insicurezza che le donne vivono partendo dalla linea metropolitana che si trova nel cuore della città». Saranno presenti: Antonella Esposito Gagliardi, Simona Cipriani e Bona Mustilli (Prima Napoli), Alessandra Caldoro e Valentina Varano (Fratelli d'Italia), Valeria Della Rocca e Micla Sorrentino (Forza Italia), Bianca D'Angelo (Napoli Capitale), Giuliana Covella (Catello Maresca sindaco), Rosaria Borrelli (Essere Napoli). «All'appuntamento con Maresca - spiegano le promotrici dell'incontro - significativamente ci saranno molte candidate del centrodestra, anche quelle escluse dalla sentenza del Consiglio di Stato. Tutte noi vogliamo continuare quelle battaglie che ci hanno unito in maniera genuina e trasparente nello schieramento di Maresca. Le portiamo avanti nell'interesse esclusivo della città, con un sincero spirito di servizio, al di là della possibilità di sedere in Consiglio comunale o nei consigli di Municipalità. Noi donne di centrodestra non perdiamo di vista il vero obiettivo, ciò che davvero ci interessa: dare a Napoli un'amministrazione migliore dopo anni di malgoverno della sinistra. E temi come quello della sicurezza sono basilari per una città vivibile, che aspiri davvero ad essere considerata una capitale europea». 

Video

Intanto Forza Italia questa mattina terrà una conferenza stampa per «richiedere l'annullamento di una lista a supporto di Gaetano Manfredi». Interverranno oltre al coordinatore cittadino Fulvio Martusciello, il capolista di Fi Pasquale Perrone Filardi, l'avvocato Giuseppe De Gregorio e il vicecoordinatore regionale Franco Silvestro. La lista in questione, nonostante il riserbo dei legali e degli uomini di Berlusconi all'ombra del Vesuvio, sembra essere Azzurri per Napoli, coordinata dall'ex capogruppo di Fi in Consiglio comunale Stanislao Lanzotti. Da quanto trapela ci sarebbe una candidata inserita a sua insaputa, almeno è quanto sosterrebbe Fi. Un post Facebook di qualche giorno fa di Martusciello riportava proprio questa accusa diretta alla lista dell'ex Lanzotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA