Ordine Avvocati di Napoli, sconfitti tutti i big: Tafuri punta alla presidenza

di Viviana Lanza

  • 75
Era nell'aria e alla fine c'è stato. Un ribaltone, il risultato che rimescola le carte in tavola e in un certo senso segna il cambiamento. È il civilista Antonio Tafuri il più votato tra gli eletti per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli. Con 2.336 preferenze ha incassato più voti di tutti. Successo anche per la coalizione che guidava: Insieme per l'avvocatura riesce a portare in Consiglio undici candidati tra i venticinque eletti. Sala Arengario, nuovo palazzo di Giustizia. È un sabato pomeriggio insolitamente affollato. Centinaia di avvocati sono in attesa di conoscere i risultati delle elezioni. Alle urne si sono recati in 7.707, su oltre 12mila aventi diritto. Il presidente della commissione elettorale Fulvio Piezzi legge i risultati partendo dai meno votati per finire con le prime venticinque posizioni.

Applausi e standing ovation accolgono il risultato raggiunto da Tafuri e dai candidati della sua lista, tra i quali spiccano gli avvocati Giuseppe Napolitano, che con i 2.178 voti è il secondo degli eletti, e Dina Cavalli che con 1.782 voti è al terzo posto. La coalizione incassa la maggioranza in Consiglio. I prossimi giorni saranno decisivi, e al primo consiglio utile per la proclamazione di presidente e consiglieri gli scenari saranno più chiari. Tafuri e i suoi, ad ogni modo, sono soddisfatti e determinati a portare avanti il programma premiato dagli elettori. «Scegliendo la nostra coalizione - commenta Napolitano - la classe forense ha voluto dare un chiaro e netto segnale di cambiamento».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 3 Febbraio 2019, 09:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP