Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Pd per vincere proietta un film
su Shoah», bufera su esponente Fdi

Martedì 16 Agosto 2022
«Pd per vincere proietta un film su Shoah», bufera su esponente Fdi

Sta facendo discutere, suscitando polemiche e commenti sui social, il post di un consigliere comunale di Napoli di Fratelli d'Italia, che per polemizzare col Pd tira in ballo l'Olocausto.

L'interessato, Giorgio Longobardi, però, respinge seccamente le accuse. «Mossa a sorpresa della sinistra italiana! Per scongiurare il pericolo «fascismo» e combattere la destra brutta e cattiva - aveva scritto Longobardi - il programma sensazionale del PD e soci sarà quello di far trasmettere, fino al 25 settembre, ogni giorno a reti unificate ed H 24 i seguenti film. Lunedì: Schindler's list; Martedì: Il diario di Anna Frank; Mercoledì: Il pianista; Giovedì: La vita è bella; Venerdì: Storia di una ladra di libri; Sabato: Il bambino con il pigiama a righe; Domenica: La signora dello zoo di Varsavia.

Il tutto - sostiene Longobardi - intervallato da approfondimenti e testimonianze da parte dei sopravvissuti all'Olocausto». «Una sciagura sta abbattersi», o «non riescono nemmeno a fingere di essere fascisti», «ma hanno capito che cosa è stato l'Olocausto?», «assolutamente vergognoso»: ecco solo alcuni dei tantissimi commenti arrivati nelle ultime ore. «Non ho mai ironizzato sulla tragedia dell'Olocausto, come con maestria pre elettorale vorrebbero in queste ore far credere alcuni organi di informazione. Il post »incriminato« - sostiene Longobardi - è volto solo a mettere in luce i mezzucci che la sinistra adopera in campagna elettorale. Sono 15 anni, tra l'altro, che insieme al consigliere Marco Nonno organizzo una borsa di studio per mantenere vivo il ricordo sull'eccidio della Shoah e sui Martiri delle Foibe, destinata agli studenti della scuola Falcone di Pianura. Il tutto completamente a spese nostre».

«Per questi motivi - dice Longobardi - non accetto lezioni su questi temi da nessuno, soprattutto da chi butta sistematicamente fango su FDI e non vede un PD alleato con Fratoianni, che rappresenta quella sinistra che sostiene che Israele è uno stato che »balla sui cadaveri«. Giochetti e mezzucci del genere sono sempre veicolati in un'unica direzione. Per questi motivi, insieme ai miei avvocati, sto valutando se vi siano le condizioni per adire per le vie legali nei confronti di chi mistifica costantemente la realtà delle cose».

 

Ultimo aggiornamento: 18:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA