Regionali Campania 2020, la direzione Pd ufficializza la scelta: «Il nostro candidato è De Luca»

Lunedì 17 Febbraio 2020

La direzione del Pd regionale della Campania si è conclusa con il sì all'unanimità di un documento della segreteria. «Il Pd sostiene unitariamente e con forza la candidatura a presidente di Vincenzo De Luca e si impegna per realizzare a suo sostegno la più ampia coalizione sulla base di un programma condiviso. La delegazione trattante sarà composta dai 5 segretari provinciali più il segretario regionale per la costruzione del campo largo. Per liste e candidature, chi ha la tessera del PD si deve candidare nella lista del Pd».

«Ho proposto alla direzione del Pd campano di comporre una delegazione con me e i cinque segretari provinciali dem per avere rapporti con le altre forze politiche che intendono costruire una coalizione di centrosinistra» ha detto il segretario del Pd della Campania Leo Annunziata precisando che «abbiamo fatto un invito ai Cinque Stelle di aprire un discorso programmatico con noi, perché non ci sfugge il quadro nazionale. Il Pd individua nel presidente uscente della Campania il futuro candidato alle Regionali, come centro apicale di un campo largo di centrosinistra».

LEGGI ANCHE M5S verso la candidatura di Costa: «È l'uomo giusto»

Sulla proposta del Movimento Cinque Stelle di candidare Sergio Costa a presidente della Regione Campania «non vorrei esprimere valutazioni, i Cinque Stelle hanno ritenuto fare questa proposta, ma il Pd deve rivendicare il lavoro fatto e quindi anche plasticamente la figura del presidente come nostro candidato da offrire a tutto il centrosinistra». ha proseguito Annunziata a margine della direzione dem in corso a Napoli.

LEGGI ANCHE De Siano sfida Salvini: «I campani vogliono un politico»

Ai cronisti che gli sottolineavano come altre forze della sinistra hanno già apprezzato la candidatura dell'attuale ministro dell'ambiente, Annunziata ha risposto: «Vediamo, c'è tempo per ragionare. Ora arriva il nostro invito per aprire un confronto. Noi oggi ci assumiamo di essere forza propulsiva del centrosinistra. Senza infingimenti e con piena responsabilità offriamo la candidatura del presidente e siamo pronti ad aprire un confronto programmatico con tutte le forze che vogliono partecipare e concorrere. Il campo largo è un campo qualitativo, ci deve essere una affinità programmatica con altre forze politiche e penso ci sia». Annunziata a chi gli chiedeva dalla condivisione del percorso con il segretario nazionale Zingaretti ha spiegato che «il Pd - ha detto - è un partito federale e in autonomia abbiamo deciso, ma sicuramente in concorso con la segreteria nazionale».

Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 07:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA