Emergenza rifiuti a Napoli, salta il consiglio comunale per l'assenza del sindaco de Magistris

Martedì 21 Gennaio 2020

stato rinviato il Consiglio comunale monotematico sui rifiuti. Al termine di una mattinata densa di dibattiti e di polemiche, l'aula ha votato per il rinvio visto il permanere dell'assenza del sindaco, Luigi de Magistris. Il rinvio è stato votato a maggioranza. Vi hanno contribuito anche alcuni esponenti della maggioranza che sostiene il sindaco.

Il vicesindaco Enrico Panini ha affermato in aula che «il sindaco ha avuto un impegno imprevisto e si scusa con l'aula. Nella sua assenza non ci sono letture di natura politica». Il Consiglio monotematico sui rifiuti era stato richiesto dalle forze di opposizione e la data - come più volte è stato ripetuto - era stata decisa in conseguenza della disponibilità del sindaco a partecipare. Dure le opposizioni che, in diversi interventi, hanno parlato «di mancanza di senso di responsabilità» da parte di de Magistris. Per domani è convocata la conferenza dei capigruppo che dovrebbe decidere la data di riconvocazione della seduta monotematica sui rifiuti.
 


«Il sindaco ha dichiarato più volte che in città non esiste un'emergenza rifiuti - ha detto Matteo Brambilla (M5S) - ritengo che in quanto rappresentante dell'amministrazione sia compito del sindaco spiegare lo stato della situazione e che cosa questa amministrazione intende fare suo rifiuti fino a scadenza di mandato».

Sulla stessa lunghezza d'onda la consigliera de La Città, Roberta Giova secondo «sarebbe stato compito del sindaco essere qui oggi in aula considerando che la città è in ginocchio».

Da parte del consigliere di maggioranza Nino Simeone è invece arrivato l'appello agli altri componenti di maggioranza «a non prestare il fianco alle opposizioni e a dimostrare senso di responsabilità affinché si possa discutere un tema che tocca la pelle viva dei cittadini».

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA