Europee, al Sud ammesse 15 liste:
«derby» di famiglia tra i Mussolini

ARTICOLI CORRELATI
Poche sorprese nelle liste alla scadenza del termine per la presentazione nella Circoscrizione Sud. I partiti maggiori hanno ripresentato gli eurodeputati uscenti nelle prime posizioni, limitandosi ad aggiungere qualche capolista o qualche candidato di spicco reclutato dalla società civile.

Quindici le liste ammesse (due escluse, salvo ricorso). Il Movimento 5 Stelle schiera come capolista la docente di Pedagogia dell' Università di Bari Chiara Gemma, seguita dagli europarlamentari uscenti Piernicola Pedicini, Laura Ferrara, Isabella Adinolfi, e Rosa D' Amato. Alcune esclusioni genereranno polemiche - come conferma ai giornalisti il consigliere regionale Valeria Ciarambino, molto vicina al capo politico Luigi Di Maio - ma «le regole del Movimento sono state rispettate». La Lega apre la lista con il leader Matteo Salvini e pesca dalla società civile il rettore dell'Università di Salerno Aurelio Tommasetti, e Valentino Grant, presidente della Banca di Credito Cooperativo Terra di Lavoro e consigliere della Cassa Deposti e Prestiti.

Il Pd sceglie come capolista l'ex procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, attualmente assessore nella Giunta regionale della Campania. Dietro di lui gli uscenti Pina Picierno, Andrea Cozzolino, Elena Gentile, Giosi Ferrandino e Nicola Caputo. Candidato anche l'uscente Massimo Paolucci ,in quota articolo 1-Mdp. Non c'è Mara Carfagna, che aveva dato disponibilità a candidarsi, nella lista di Forza Italia. Alle spalle del capolista Silvio Berlusconi corrono per un posto a Strasburgo gli uscenti Barbara Matera, Lorenzo Cesa, Fulvio Martusciello, Aldo Patriciello, mentre torna Alessandra Mussolini. In lista anche l'imprenditrice calabrese Fulvia Michela Caligiuri, il consigliere comunale di Benevento Maria Grazia Chiusolo, considerata vicina a Clemente Mastella, e il Presidente della Provincia di Caserta Giorgio Magliocca.

Giorgia Meloni guida la lista di «Fratelli d' Italia», che non ha europarlamentari uscenti, e candida il pronipote del Duce Caio Giulio Cesare Mussolini, che contenderà in un «derby in famiglia» un seggio ad Alessandra Mussolini, candidati con Forza Italia. Per «+ Europa» il capolista è Raimondo Pasquino, ex Rettore dell' Università di Salerno. Un passato con l' UDC, poi presidente del Consiglio Comunale di Napoli con De Magistris sindaco.

«Popolari per l'Italia» ha come capolista l' ex vicepresidente del Parlamento europeo Mario Mauro e candida il magistrato di Cassazione Silvana Arbia. Eleonora Forlenza, eurodeputato uscente, è il capolista di «La Sinistra», che candida anche il presidente del Consiglio Comunale di Napoli Sandro Fucito, ex Rifondazione comunista. In campo anche Roberto Fiore, capolista per Forza Nuova, che candida Alessio Feniello, padre di una delle vittime di Rigopiano, processato per aver deposto fiori sul luogo della tragedia, in area recintata, e Marco Rizzo, capolista per il Partito Comunista.
Mercoledì 17 Aprile 2019, 21:55 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2019 21:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-18 02:44:26
Mi auguro siano le ultime elezioni europee per le nostre terre.

QUICKMAP