Fca, vertice al ministero con Di Maio: «Panda a Pomigliano ​fino al 2022»

L'accordo sottoscritto oggi al Mise da Fca e Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Fiom, prevede il mantenimento della produzione della Panda fino al 2022, e che l'azienda «dettaglierà il piano su Nola e Pomigliano per le future produzioni e prevede incontri di verifica in sede ministeriale sull'avvio degli investimenti». È quanto sottolineano la segreteria nazionale e provinciale di Napoli della Fiom, al termine dell'incontro svoltosi oggi al ministero del Lavoro per discutere della proroga di un anno della Cig per riorganizzazione nello stabilimento Fca di Pomigliano e nel reparto logistico di Nola.

All'incontro, per la Fiom, erano presenti il segretario nazionale Michele De Palma, e per la segreteria di Napoli Rosario Rappa e Francesco Percuoco. «La Fiom - si legge in una nota - ritiene che riguardo allo stabilimento di Pomigliano la priorità è di realizzare gli investimenti per le nuove produzioni al fine di garantire la continuità occupazionale». «Nell'accordo - continuano i metalmeccanici della Cgil - è anche esplicitato il mantenimento della produzione della Panda fino al 2022 ed è stato specificato che quota parte dei 45 miliardi di investimenti complessivi siano destinati agli stabilimenti di Pomigliano e Nola. A ottobre la Fiom in un incontro con il ministero del Lavoro verificherà se si realizzeranno le condizioni per riportare tutti i lavoratori in fabbrica».
Giovedì 19 Luglio 2018, 18:19 - Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 06:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP