Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Whirlpool Napoli Est, Fiom chiede tempi certi: «Non possiamo più aspettare»

Venerdì 5 Agosto 2022
Whirlpool Napoli Est, Fiom chiede tempi certi: «Non possiamo più aspettare»

«Nell'incontro di ieri con il prefetto di Napoli, la regione Campania ed il Ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza ex Whirlpool di Napoli abbiamo acquisito tre punti fondamentali. La conferenza dei servizi delibererà entro il 25 agosto l'agibilità del sito di via Argine; il consorzio attraverso la sua capofila Adler ha confermato il piano industriale, che andrà integrato, e l'interesse all'acquisizione dello stabilimento e di tutti i lavoratori della ex Whirlpool; ed infine, è stato confermato l'impegno, per noi prioritario, che tutti i soggetti coinvolti lavoreranno ad un accordo unico che contenga il percorso ed il trattamento dei lavoratori come premessa per la consegna del sito». Lo dichiarano in una nota congiunta Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile elettrodomestico e Rosario Rappa, responsabile del Mezzogiorno per la Fiom-Cgil nazionale.

Video

«Abbiamo condiviso con le istituzioni - aggiungono Tibaldi e Rappa - la necessità di lavorare ad un accordo entro i primi 10 giorni di settembre. Dopo le assemblee con i lavoratori, che si sono svolte oggi, confermiamo il nostro sostegno al percorso che però non ci vedrà tollerare alcun rinvio o ritardo. La soluzione della vertenza ex Whirlpool di Napoli, dopo tre anni, non può più avere tempi di attesa».

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA