Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

SILVIO BERLUSCONI

Forza Italia a Napoli dopo il caos liste, Tajani: «Per Berlusconi cinquemila persone»

Martedì 17 Maggio 2022 di Valentino Di Giacomo
Forza Italia a Napoli dopo il caos liste, Tajani: «Per Berlusconi cinquemila persone»

«Sono attese 4-5mila persone alla Mostra d’Oltremare per la nostra kermesse. Con questa due giorni di Napoli, che segue quella di Roma, vogliamo dimostrare ancora una volta di essere forza determinante, propulsiva, seria e credibile, forza di governo, che si candida a governare anche nel 2023 con Berlusconi, nostro leader attuale e punto di riferimento per milioni di italiani anche nel futuro». È l’annuncio di Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Fi, in una conferenza stampa nella sede romana di Forza Italia di piazza San Lorenzo in Lucina, dove l’ex presidente del Parlamento europeo ha presentato la convention nazionale di Fi che si terrà venerdì e sabato a Napoli alla presenza di Silvio Berlusconi. Il partito azzurro si aggrappa ancora una volta al proprio leader carismatico per rilanciarsi. Tutto avviene in un periodo in cui, sia a livello nazionale che locale, sono tante le fibrillazioni all’interno di Fi: lo scontro tra la ministra Mariastella Gelmini e la neo coordinatrice in Lombardia Licia Ronzulli, ma anche i tristi dati napoletani con i 7 Comuni sopra i 15mila abitanti al voto e nessuna lista presentata da Fi. Serviranno poteri taumaturgici all’ex premier per risollevare il partito e provare a tenerlo unito. Berlusconi ci proverà a Napoli, città dalla quale manca per un appuntamento politico da quasi cinque anni.

Se tanta è la confusione nel partito azzurro, Antonio Tajani ieri ha dovuto recitare la parte del pompiere per provare a tenere a bada gli incendi che, spesso, precedono queste grandi manifestazioni. Ieri il vicepresidente di Fi - con Fulvio Martusciello (coordinatore vicario in Campania), Alessandro Cattaneo (responsabile dei dipartimenti di Fi) e Maurizio Gasparri (responsabile degli enti locali) al suo fianco - ha fatto leva sui sondaggi che danno il partito in crescita. Stesso schema per quanto riguarda i rapporti burrascosi nel centrodestra, soprattutto tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini: «Un vertice di centrodestra ci sarà quando sarà il momento - ha detto Tajani - e si vedranno loro tre. Intanto i leader si sentono, Berlusconi sente Meloni e Salvini per vie brevi». Non era presente alla conferenza stampa il coordinatore regionale Mimmo De Siano, ma del coordinamento napoletano solo l’europarlamentare Fulvio Martusciello con al suo fianco la consigliera regionale Annarita Patriarca, il segnale probabilmente degli ormai mutati rapporti di forza all’interno del partito campano che sconta antiche ruggini e l’ultima poco incoraggiante performance per le prossime elezioni comunali del 12 giugno quando Fi non presenterà il suo simbolo in nessuno dei sette Comuni con più di 15mila abitanti del Napoletano che andranno al voto. 

Video

«A Napoli - ha annunciato Martusciello - ci sarà sabato la cantante Pietra Montercorvino che canterà “O sole mio”. Poi un mix di folclore e temi cari al partito con la presenza degli ex calciatori del Napoli Beppe Incocciati e Nando De Napoli per raccontare come una città del Sud sia riuscita ad arrivare a vincere uno scudetto, ma anche l’annunciata presenza del “Ridge” di “Beautiful”, l’attore Ronn Moss. Importante la presenza dell’ex presidente degli Industriali, Antonio D’Amato, ma anche quella della vedova di un poliziotto ucciso in Campania dalla criminalità organizzata.

Ultimo aggiornamento: 15:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA