Gaetano Manfredi sindaco di Napoli, slitta la proclamazione: prime contestazioni di voto

Mercoledì 6 Ottobre 2021
Gaetano Manfredi sindaco di Napoli, slitta la proclamazione: prime contestazioni di voto

Slitta la proclamazione di Gaetano Manfredi sindaco di Napoli: sulla convalida del risultato elettorale pesano diverse contestazioni ai verbali redatti dai presidenti di seggio. Schermaglie che non mettono in discussione l'esito del voto, visto che l'ingegnere della Federico II ha conquistato oltre il 60 per cento delle preferenze, ma queste contestazioni inevitabilmente allungheranno i tempi necessari all'ufficio elettorale per convalidare i risultati, quasi certamente fino alla fine della settimana prossima.

Tempo in più che Manfredi potrà utilizzare per lavorare alla giunta di alto profilo necessaria per affrontare la sfida dei prossimi cinque anni a Palazzo San Giacomo. Lui vuole presentare l'esecutivo nel giro di due settimane. «Alzare l'asticella della qualità» è lo slogan che il professore di Nola ripete ai suoi interlocutori politici: oggi Manfredi ha avuto una serie di contatti con gli esponenti dei partiti della coalizione, sia a livello locale che nazionale, proprio per parlare della squadra. A tutti è stata ribadita la volontà di sacrificare gli interessi personali. Non ci sarà posto per gli uscenti, come l'ex assessore allo Sport con de Magistris, Ciro Borriello, oggi eletto con i Cinque Stelle: «Ci darà una mano come consigliere comunale», ha tagliato corto l'ex rettore.

Video

In attesa di poter entrare a Palazzo San Giacomo da sindaco a tutti gli effetti, Manfredi sta lavorando anche alle prime uscite pubbliche, selezionando gli inviti che sono arrivati tra ieri e oggi. Fitta l'agenda. Frequenti i contatti con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla Programmazione economica, Bruno Tabacci, e con altre figure di spicco della burocrazia ministeriale. L'obiettivo è chiaro: far decollare quel patto per Napoli, sfruttando i fondi del Pnrr («Sono certo che arriveranno» ha ribadito oggi).

Gaetano Manfredi sindaco di Napoli: professore di Ingegneria con la passione per i dischi, i Gigli e la Juventus

Infine, il territorio: ieri Manfredi ha stretto la mano ai commercianti della Galleria Umberto. E in queste ore ha avuto contatti con tanti protagonisti della società civile, dal patron del Napoli Aurelio De Laurentiis («Se il Napoli vincesse lo scudetto sarei l'uomo più felice del mondo», l'auspicio del nuovo sindaco) agli industriali. Da registrare anche un colloquio telefonico con il vescovo, Mimmo Battaglia. E la visita del sindaco di Firenze, Dario Nardella. Al centro del colloquio politiche comuni per promuovere il turismo. L'idea è quella di creare un asse tra città d'arte tra le più belle al mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA