Patto Pd-M5S, la sfida di De Luca: «Prima i cinquestelle chiedano scusa»

di Adolfo Pappalardo

  • 1453
Anzitutto fa una preghiera che poi è un ammonimento: «Basta con i pollai, il segretario è uno e parla lui», chiede il governatore De Luca invocando l'unità del partito in questo momento delicato. Lo dice dal palco della Festa nazionale dell'Unità di Ravenna durante un incontro sull'Autonomia differenziata con i colleghi della Toscana e dell'Emilia, Enrico Rossi e Stefano Bonaccini. Poi, naturale, una serie di attacchi ai grillini con cui «si può tentare un'intesa ma prima devono fare ammenda dei veleni e delle bugie di questi 10 anni».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 26 Agosto 2019, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 26-08-2019 12:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP