Morta Graziella Pagano, l'addio della politica: ​«Una donna in prima linea per il Sud»

Morta Graziella Pagano, l'addio della politica: «Una donna in prima linea per il Sud»
Domenica 18 Settembre 2022, 17:00 - Ultimo agg. 19 Settembre, 07:03
5 Minuti di Lettura

«Una donna di grandi valori e dal forte temperamento, nel suo lungo percorso politico e istituzionale ha saputo difendere Napoli e l'intero Mezzogiorno lottando in prima linea. La scuola, i diritti civili, il lavoro: le sue battaglie meritano di essere proseguite. Oggi più di prima»: così il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi saluta l'ex senatrice Graziella Pagano, che dopo una lunga battaglia ha dovuto arrendersi alla malattia.

«Con coraggio e forza interiore, con la passione che ha sempre accompagnato il suo percorso umano e l’impegno politico, Graziella è stata uno straordinario esempio di vita e di umanità - si legge sulla pagina Facebook di Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania - lascia un grande vuoto. Esprimiamo le nostre condoglianze e la nostra vicinanza ai familiari, al figlio Lorenzo e a tutti i suoi cari».

«È stata con noi in prima linea fino all'ultimo minuto, nonostante la fatica e la malattia. Un' amica, una donna speciale, politica di grande qualità e di lunga esperienza». Così il presidente di Italia Viva Ettore Rosato. 

«Un'amica a cui ho voluto bene, una raffinata politica, ma soprattutto una donna che ha sempre fatto il tifo per le altre donne - scrive su Facebook Maria Elena Boschi, presidente deputati Italia Viva - mi ha sempre incoraggiato e il suo impegno per Italia Viva non è mai venuto meno nonostante la malattia, anche in questa campagna elettorale, sino alla fine. Mi ha sempre detto di non abbattersi mai perché il dolore, più che la gioia, aiuta a realizzarsi».

«Un pensiero pieno di tristezza per Graziella Pagano che ci ha lasciato. E un abbraccio ai suoi cari e ai suoi affetti»: così Enrico Letta su twitter.  

«Intelligenza, passione, simpatia, coraggio - è il messaggio del ministro della Difesa Lorenzo Guerini - così voglio ricordare con commozione Graziella Pagano. A Dio Graziella».

«Riposi in pace. Ci mancherà», scrive su Twitter Carlo Calenda, segretario di Azione. 

«Se ne è andata una donna di grande valore e per me una delle più grandi amiche - scrive su Fb la senatrice Valeria Valente, candidata al Senato per il Pd - quando a 20 anni sono stata la più giovane eletta al consiglio comunale nelle liste del Pds, Graziella è stata tra le donne che più mi hanno aperto il cuore e sostenuta. Una personalità politica di assoluto rilievo a cui la nostra città deve molto. Anche quando eravamo su posizioni distanti nel partito, abbiamo sempre fatto rete e squadra praticando quella sorellanza di cui le donne quando decidono sono capaci». 

«La conoscevo da una vita. Le volevo bene anche quando non condividevo le sue scelte politiche. L'ho sempre ammirata perché ha sempre difeso le sue idee, con coraggio, con grinta. Una combattente. Anche la decisione di condividere sui social la sua malattia è stato un atto politico, un invito a resistere, a non mollare», afferma su Facebook il senatore Sandro Ruotolo. 

«Con Graziella se ne va una napoletana battagliera che ha saputo rappresentare la sua città e i suoi valori. Ho avuto il piacere di conoscerla e di apprezzarne capacità e temperamento. Riposi in pace», è il messaggio di cordoglio del consigliere comunale Catello Maresca. 

«Un raro esempio di vera passione politica: grandi valori, interpretati sempre con stile. Un onore averla contrastata, un privilegio averla conosciuta - commenta Sergio Rastrelli, coordinatore di Fdi di Napoli - ai suoi cari giungano la mia vicinanza personale ed i sensi del più commosso cordoglio della comunità napoletana di Fratelli d'Italia».

«Graziella è sempre stata una donna forte, sia in politica che nella vita, e ha sempre combattuto importanti battaglie a difesa del suo, del nostro, territorio con grandi capacità e invidiabile determinazione. Una vita caratterizzata da un alto senso della dignità e senso delle istituzioni»: queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. «Si è spenta una donna vera. Una leader di partito, un membro attivo delle istituzioni locali ma anche internazionali, una donna della migliore politica possibile, quella che parla ai cittadini e si erge in loro difesa», aggiunge Fiorella Zabatta, co-portavoce regionale del Sole che Ride. 

«Ci mancheranno il coraggio e la determinazione da leonessa con i quali ha sempre lottato per Napoli e per la libertà. Graziella Pagano è un esempio per le donne e gli uomini che hanno scelto di dedicare alla politica la propria vita»: così Enzo Amendola, sottosegretario agli Affari europei.

«Mi stringo al dolore dei tanti che hanno avuto il privilegio di conoscere Graziella Pagano, o come lei stessa amava definirsi, la leonessa. Soprannome che coincideva perfettamente con la sua esperienza di vita. Sorella e donna di mille battaglie per Napoli, per la libertà, per la giustizia, per l'emancipazione», dice l'europarlamentare Pina Picierno. 

«Una donna libera, politica colta e appassionata, figlia di Napoli. Grazie per esserci stata fino in fondo, è stato un vero onore, Graziella», si legge in una nota di Luciano Crolla, segretario di Azione Napoli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA