Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Grumo Nevano, crisi nella maggioranza: Di Bernardo pronto alle dimissioni

Martedì 19 Luglio 2022 di Rosaria Rocca
Grumo Nevano, crisi nella maggioranza: Di Bernardo pronto alle dimissioni

Aria di crisi nel consiglio comunale di Grumo Nevano. Una vera tempesta sembra essere pronta ad abbattersi sul Municipio di via Giotto. Dopo che la maggioranza ha disertato la seduta durante la quale doveva essere approvato il Bilancio di previsione, il sindaco Gaetano Di Bernardo ha lanciato un ultimatum: Sono ancora alla guida, ma ho già predisposto un atto di dimissioni irrevocabili nel momento in cui mercoledì non verranno. Al primo posto metto sempre la mia città. 

Il futuro di Grumo Nevano è appeso a un filo, tutto dipende da ciò che succederà domani. La fascia tricolore non molla: Noi andremo avanti per la nostra strada senza opere di convincimento ma con atti di responsabilità. Questo è ciò che devono fare i consiglieri di maggioranza che senza alcun motivo hanno disertato la seduta del consiglio comunale e non una seduta qualsiasi, bensì la seduta di approvazione del Bilancio di previsione 2022-2024 che, si badi bene, ha già incassato il parere favorevole dei Revisori dei conti. 

La comunità attende risposte, come spiega il sindaco: significa dover spiegare ai commercianti la mancata partenza della sosta a pagamento, significa dover spiegare alle famiglie la mancata partenza della mensa scolastica oltre che un ulteriore rinvio per l’Asilo Nido, blocco dei fondi, dei servizi come la pubblica illuminazione, il nuovo stadio comunale. 

Lo scorso 30 giugno, i consiglieri avevano protocollato un documento in cui chiedevano un azzeramento della giunta e di tutte le deleghe conferite. Questa potrebbe essere una delle motivazioni alla base della tensione.

Aria di crisi nel consiglio comunale di Grumo Nevano. Una vera tempesta sembra essere pronta ad abbattersi sul Municipio di via Giotto. Dopo che la maggioranza ha disertato la seduta durante la quale doveva essere approvato il Bilancio di previsione, il sindaco Gaetano Di Bernardo ha lanciato un ultimatum: «Sono ancora alla guida, ma ho già predisposto un atto di dimissioni irrevocabili nel momento in cui mercoledì non verranno. Al primo posto metto sempre la mia città». 

Il futuro di Grumo Nevano è appeso a un filo, tutto dipende da ciò che succederà domani. La fascia tricolore non molla: «Noi andremo avanti per la nostra strada senza opere di convincimento ma con atti di responsabilità. Questo è ciò che devono fare i consiglieri di maggioranza che senza alcun motivo hanno disertato la seduta del consiglio comunale e non una seduta qualsiasi, bensì la seduta di approvazione del Bilancio di previsione 2022-2024 che, si badi bene, ha già incassato il parere favorevole dei Revisori dei conti». 

Video

La comunità attende risposte, come spiega il sindaco: «Significa dover spiegare ai commercianti la mancata partenza della sosta a pagamento, significa dover spiegare alle famiglie la mancata partenza della mensa scolastica oltre che un ulteriore rinvio per l’Asilo Nido, blocco dei fondi, dei servizi come la pubblica illuminazione, il nuovo stadio comunale». 

Lo scorso 30 giugno, i consiglieri avevano protocollato un documento in cui chiedevano un azzeramento della giunta e di tutte le deleghe conferite. Questa potrebbe essere una delle motivazioni alla base della tensione.

Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA