Ischia, protestano in catene i licenziati di Villa Mercede

di Ciro Cenatiempo

Si sono incatenati, ormai esasperati, davanti alla sede della residenza sanitaria per anziani di Villa Mercede, a Fontana, nell’isola d’Ischia, i dieci lavoratori licenziati nei giorni scorsi dalla cooperativa Civitas che gestisce per conto del consorzio Nestore la struttura in grado di ospitare 29 degenti. Sul posto sono intervenuti i sindaci dell’isola Francesco Del Deo (Forio), Giacomo Pascale (Lacco Ameno), Enzo Ferrandino (Ischia), Giovanbattista Castagna (Casamicciola) e Rosario Caruso (Serrara Fontana) che si sono impegnati ad affrontare alla radice la questione, nella giornata di lunedì quando si dovrebbe tenere un nuovo summit in prefettura. La vicenda, che è caratterizzata anche da una grossa mole di stipendi non pagati, era stata affrontata in un recente vertice convocato dopo l’ennesimo corteo di protesta dei lavoratori che si era svolto il 29 maggio scorso. Lo scenario resta complesso. Di recente l’Asl Napoli 2 Nord, che ha in atto un contenzioso legale con la cooperativa, aveva diffuso una nota – in vista del probabile affidamento del servizio a un nuovo gestore – nella quale evidenziava la presenza di una clausola sociale nel capitolato di gara per garantire i posti di lavoro.
Sabato 8 Giugno 2019, 17:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP