Insulti, veleni e minacce: ballottaggio ad alta tensione a Casavatore

di Domenico Maglione

Politica & veleni: guerra a colpi di manifesti a Casavatore tra le due coalizioni, quella di Pasquale Sollo e Luigi Maglione, che andranno al ballottaggio il prossimo 9 giugno. Con un tazebao affisso in piazza Gaspare di Nocera e per le maggiori arterie cittadine Sollo chiede il voto, citando i nomi di alcuni consiglieri comunali che hanno fatto parte della precedente consiliatura commissariata poi per camorra e ora vicini al rivale Maglione. Ma il manifesto affisso appena l'altra sera è rimasto visibile solo qualche ora: nella notte sono stati tutti strappati da mani ignote. Secondo gli investigatori, ad agire sarebbe stata una banda di giovani in motorino.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 1 Giugno 2019, 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP