Lavoro, Cgil, Cisl e Uil Campania dall'assessore regionale Marchiello

Martedì 4 Maggio 2021
Lavoro, Cgil, Cisl e Uil Campania dall'assessore regionale Marchiello

Una delegazione composta da Cgil, Cisl e Uil Campania è stata ricevuta questa mattina dall'assessore regionale al Lavoro, Antonio Marchiello, per discutere della vertenza degli oltre 600 Lsu Regione Campania che attendono da 25 anni un processo di stabilizzazione che tarda ad arrivare.

L'ultima Legge Finanziaria ha prorogato al 31 maggio 2021 i termini per concludere le procedure di assunzione dei lavoratori socialmente utili in forza alle Regioni. Da settimane Cgil, Cisl e Uil chiedono che si metta la parola fine a questa vertenza, con la sottoscrizione dei contratti. Stamattina le tre organizzazioni sindacali hanno tenuto un presidio sotto Palazzo Santa Lucia chiedendo un incontro che è arrivato.

L'assessore Marchiello ha rassicurato Cgil, Cisl e Uil sul completamento, entro i tempi stabiliti, delle procedure di stabilizzazione. «È una storia che va avanti da 25 anni. Sembrava l'anno giusto per la loro stabilizzazione, - ha dichiarato Giuseppe Metitiero, segretario Cgil Napoli e Campania - in quanto questi lavoratori, al 31 marzo hanno fatto le procedure selettive, ma la Regione non si decide a fargli i contratti di lavoro effettivi. Abbiamo una proroga fino al 31 maggio, ma oggi è il 4 maggio, il tempo sta passando, la Regione è completamente silente rispetto all'ultimazione della procedura».

Ultimo aggiornamento: 20:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA