M5S, scoppia il caso Ciarambino:
marito assunto da eurodeputata

12
  • 1980
Malumori 5 Stelle sulla rotta Napoli-Bruxelles. Ha creato non pochi mal di pancia tra gli attivisti campani del M5S l'ingresso di Domenico Migliorini, marito della consigliera regionale campana grillina Valeria Ciarambino, nello staff dell'europarlamentare Chiara Gemma, docente universitaria risultata prima degli eletti nella circoscrizione Italia Meridionale alle europee di maggio. Nelle chat locali e anche a livello nazionale diversi pentastellati iniziano a interrogarsi sull'opportunità dell'assunzione di Migliorini, che lavorerà per Gemma con la qualifica di «assistente locale», come tra l'altro si legge nella scheda personale dell'eurodeputata pubblicata sul sito web del Parlamento Ue. Alle accuse di 'parentopolì in salsa M5S ha voluto replicare, in una chat frequentata da attivisti ed esponenti locali del Movimento, la stessa Ciarambino, fedelissima del capo politico Luigi Di Maio in Campania. «L'invidia è una brutta bestia», scrive Ciarambino in uno dei messaggi visionati dall'Adnkronos, accompagnato dagli 'smile'. La consigliera regionale rispedice le critiche al mittente e difende la nomina del marito. Migliorini «sarà un raccordo tra il territorio e le istituzioni europee», prosegue Ciarambino, ricordando che il consorte è stato suo collaboratore a titolo gratuito per cinque anni. 

«Di questa polemica scatenatasi alla luce della collaborazione che ho l'onore di intraprendere al servizio di una persona straordinaria come la nostra parlamentare europea Chiara Maria Gemma, mi spiace solo che una mia scelta diventi strumento per colpire la mia compagna di vita. Mi preme precisare che, oltre a condividerne la scelta, come farebbe qualunque marito con la propria consorte, Valeria non c'entra assolutamente nulla con il rapporto, prima umano e oggi professionale, che ho intrapreso con la nostra deputata a Bruxelles». Lo dichiara Domenico Migliorini, marito di Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale della Campania. «Chi mi conosce, dentro e fuori il Movimento - spiega Migliorini in un post su Facebook - sa bene che da anni, molto prima di conoscere Valeria, investo risorse e tempo nelle battaglie per la mia gente e per la mia terra, sposando i principi e i valori del Movimento 5 Stelle. Battaglie nelle quali ho profuso tutto l'impegno possibile e che ho cercato di portare avanti forte anche delle mie competenze professionali. Un'esperienza che mi ha arricchito molto e che continuerò a mettere a disposizione del Movimento, come ho fatto negli ultimi quattro anni e mezzo in Consiglio regionale, dove presto il mio servizio da volontario gratuitamente». «Un'esperienza che, come molti altri attivisti, ho messo a disposizione nella scorsa primavera di tutti candidati nel nostro collegio e che immagino abbia rappresentato uno dei requisiti al centro di un'offerta di collaborazione. Offerta che ho accettato con entusiasmo, rendendomi disponibile a profondere nuovo e maggiore impegno per la mia terra e per la mia gente», conclude.
Martedì 17 Settembre 2019, 19:12 - Ultimo aggiornamento: 17-09-2019 21:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-09-18 12:33:54
Predicano bene e razzolano male. Sono così solitamente tutti i moralisti esagitati. Poi, colti in flagrante, trovano tutte le risposte per smontare le critiche. Ma con quale credibilità!
2019-09-18 10:36:44
... tutto il mondo è paese ...................................
2019-09-18 08:36:10
io non capisco di cosa vi meravigliate (poltrone e sofà nessuno vuole lascià)
2019-09-18 07:43:30
fatt accattà a chi nun te sap
2019-09-18 07:27:17
Lucuntodelicunti Un movimento nato con molte aspettative e adesso e' in...odore di cacca!!

QUICKMAP