Maltempo a Napoli, l'urlo di de Magistris: «Noi sindaci lasciati col cerino in mano»

Mercoledì 13 Novembre 2019

«Siamo in un'epoca di cambiamenti climatici in cui è sempre più difficile fare previsioni, in cui i Governi non stanziano risorse per nuove tecnologie di protezione civile o per la manutenzione di edifici, di scuole, di strade e noi sindaci veniamo lasciati con il cerino in mano e dobbiamo decidere sulla sicurezza di tutti a cominciare dai bambini».

LEGGI ANCHE Bomba d'acqua su Napoli, maxi voragine ai Ponti Rossi: sgomberate 52 famiglie

Così in un video su Instagram il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito alla decisione di tenere chiuse le scuole cittadine oggi e ieri che non ha mancato di scatenare polemiche.
 


Decisioni che «non sono prese né per divertimento né per gioco rispetto a una materia su cui ci sono pochissime certezze perché parliamo di previsioni e spesso i bollettini che ci arrivano dalla Protezione civile delineano scenari anche molto allarmanti con venti a 100 km orari o con piogge torrenziali.

 
 

Io - afferma - provo a prendere decisioni equilibrate avendo come punto di riferimento principale la salute e soprattutto la sicurezza dei più piccoli. Pertanto - conclude - continuerò a operare così. Ben vengano le critiche ma mi fanno un pò sorridere coloro che pensano soltanto al loro naso e non alla salute di chi gli è più caro come un bambino». 
 

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA