Marano, furbetti del cartellino: 90 giorni di sospensione dal lavoro a un dipendente comunale

di Ferdinando Bocchetti

Novanta giorni di sospensione dal lavoro e trasferimento in un altro ufficio comunale: è questa la sanzione disciplinare disposta nei confronti di un dipendente dell'ufficio personale del Comune, che qualche settimana fa era si era allontanato dal luogo di lavoro senza darne comunicazione al dirigente del proprio settore. Falsa attestazione della presenza in servizio, con questa accusa fu poi avviato il relativo procedimento disciplinare culminato con l'irrogazione della sanzione. Il lavoratore del settore Personale, secondo quanto appurato dai dirigenti Bonino e Di Pace e dal capitano dei vigili Costa, membri dell'ufficio procedimenti disciplinari, ha timbrato il cartellino nel pomeriggio del 30 ottobre, giorno in cui avrebbe dovuto recuperare le ore di debito contratte con l'Ente. ma si è poi poi allontanato dal suo ufficio senza darne comunicazione. Alla luce delle nuove normative sul pubblico impiego, il dipendente, in servizio da oltre venticinque anni, rischiava persino il licenziamento. Convocato dalla Disciplinare, l'accusato ha fornito una serie di giustificazioni, mentre alcuni suoi colleghi hanno testimoniato di averlo notato, nelle ore oggetto del procedimento, in un'altra palazzina dell'Ente.
Domenica 3 Dicembre 2017, 14:13 - Ultimo aggiornamento: 03-12-2017 14:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP