Napoli, Maurizio De Giovanni: «Manfredi asessore alla Cultura? Ok, ma serve un interlocutore»

Giovedì 2 Dicembre 2021
dal sito terranostranews.it

«Comunque lo si chiami, assessore, commissario, io credo che ci sia bisogno di un interlocutore». Così, lo scrittore Maurizio De Giovanni intervenendo in diretta a Canale 8, nel corso del TG condotto da Claudio Dominech, in risposta alla domanda sulla necessità di un “commissario” alla Cultura per Napoli, a dispetto della delega trattenuta dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e dal pool che lo assiste.

«Non è solo e non è tanto il creare, avere e proporre delle idee - ha rimarcato lo scrittore. - Secondo me è fondamentale avere un’interlocuzione. L’effervescenza culturale di questa città è fuori discussione, c’è bisogno di un organizzatore e questi dev’essere uno che ha i titoli per farlo». L’ideatore de ‘Il Commissario Riccardi’ ha poi reclamato una cabina di regia per guidare la Cultura.

Stimolato dalla domanda del conduttore circa la sua opinione sull’importanza dei grandi eventi, minimizzati invece da uno dei membri del Consiglio che lo affianca, ha risposto: «Non sono assolutamente d’accordo con quello che ha detto Amirante, a mio modo di vedere il grande evento catalizza attenzione, movimento, dà soprattutto modo ai piccoli di esporsi. C’è bisogno di una voce critica».

Ultimo aggiornamento: 11:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA