Multe pazze a Napoli, M5S contro il sindaco: «Automobilisti abbandonati»

Lunedì 5 Ottobre 2020

I consiglieri comunali di Napoli del M5S hanno rivolto un'interrogazione al sindaco de Magistris e all'assessore Clemente (delegata alla polizia locale) sul tema delle multe elevate a cittadini che hanno violato l'area pedonale istituita in alcune aree del centro antico e che l'amministrazione si è impegnata a eliminare viste le incomprensioni che si erano verificate. «Una giunta priva di indirizzo politico, confusa e senza logica, ha prodotto l'ennesima beffa per i cittadini napoletani - affermano i consiglieri Matteo Brambilla e Marta Matano - in una fase ancora emergenziale ha istituito delle aree pedonali provvisorie e chi ha titolo per poterle attraversare può registrarsi ad un portale ma, al momento, la poca chiarezza e la scarsa pubblicità fanno sì che tantissimi napoletani non si stanno registrano e quindi vengono multati. Dinanzi a un mare di proteste il sindaco, sempre più impegnato sui grandi problemi nazionali e internazionali e non a illustrare ai suoi cittadini cosa devono fare, ha promesso di porre immediatamente rimedio a tanta incapacità ma ad oggi nulla».
 

Video

I pentastellati evidenziano che «i napoletani che non pagano e che si vedranno rigettare i ricorsi si ritroveranno le cartelle esattoriali e il fermo dell'automobile se non si mette subito riparo a tanta inconcludenza amministrativa e di indirizzo». «Quando finirà questo strazio di amministrazione e di sindaco, che pretende anche di indicare un suo successore, - concludono - sarà sempre troppo tardi. Ed è triste vedere che altre forze politiche non si rendano conto di cosa siano stati, e di cosa soni ancora, questo sindaco e la sua giunta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA