Napoli, l'assessore De Iesu alla web tv del Mattino: «Nuove strategie contro i parcheggiatori abusivi, stabilizzeremo 142 agenti municipali»

Mercoledì 1 Dicembre 2021
Napoli, l'assessore De Iesu alla web tv del Mattino: «Nuove strategie contro i parcheggiatori abusivi, stabilizzeremo 142 agenti municipali»

Tornano i forum del Mattino. Oggi, giovedì 2 dicembre, l'assessore alla legalità e alla polizia municipale, Antonio De Iesu, è stato ospite in diretta dalla nostra web tv e ha risposto anche alle domande dei lettori. 

Video

L'insediamento

«Bisogna rigenerare la macchina comunale, se non c'è una macchina comunale efficiente sarà molto più difficile affrontare i gravi problemi di questa città. La prima delibera che noi abbiamo adottato è stata quella di trovare i fondi per rinnovare i contratti della polizia municipale con contratto a tempo determinato, rinnovandoli fino al mese di dicembre. Successivamente contiamo di prorogare i contratti per un altro anno grazie ai fondi stanziati dal governo per la pubblica sicurezza. Arriveremo, in seguito, alla stabilizzazione di 142 agenti della polizia municipale i quali dopo due anni avranno la formazione adatta per poter godere a pieno titolo di un contratto a tempo indeterminato, colmando proprio quella carenza di personale che affligge il comune Napoli. Oggi, ad esempio, 32 agenti di polizia municipale e altri 8 direttivi sono stati assunti con contratto a tempo determinato».

L'ordine pubblico

«Ho lavorato trent'anni per questa città in settori operativi già dagli anni settanta, anni terribili dove lo scontro tra clan della criminalità organizzata generava più di 200 omicidi all'anno. I problemi di questa città dalla base, non sono mai stati veramente risolti. L'attività delle forze dell'ordine, della procura e della Dda, molto organizzata soprattutto qui a Napoli, ha creato una stretta intorno alla criminalità organizzata, basta osservare tutti gli arresti effettuati in questi anni. Ricordo, ad esempio, che con il Colonnello Del Monaco arrivammo, dopo un'intensa attività congiunta, all'arresto di Marco Di Lauro e di altri 12 killer. C'è un malessere tra i cittadini, noi dobbiamo partire da questo. La percezione della sicurezza è un tema reale e molto spesso per i cittadini è legato alla criminalità predatoria, poichè c'è sicuramente una camorra molto forte che molto spesso non tocca i cittadini direttamente, ma si nasconde dietro agli scippi, alle rapine, o ai furti delle auto. Anche le estorsioni, ad esempio, sono un fenomeno devastante e profondamente radicato in questa città. È un fenomeno che lede tutti i commercianti che chiaramente si sentono impauriti e spaesati. Credo che sia doveroso e necessario, per questo motivo, coltivare ancor prima della denuncia il rapporto umano, è molto importante fare un'azione preventiva e di sensibilizzazione affinchè i commercianti non si sentano soli e abbiano il coraggio di parlare e di farsi aiutare».

 

La delega alla sicurezza

«La sicurezza pubblica è costituzionalmente garantita dallo stato, la sicurezza urbana è garantita dall'amministrazione comunale e dunque queste due dimensioni devono integrarsi e riuscire a interagire tra loro. La polizia municipale ha tantissimi compiti da svolgere: dal contrasto all'abusivismo commerciale, all'abusivismo edilizio, dal controllo del territorio al controllo di flussi di traffico. Le forze di polizia devono sensibilizzare in primis il personale, perchè sono un pò lo specchio della realtà sociale. C'è il pericolo di assuefazione a certi comportamenti e dunque la polizia municipale deve necessariamente poter intervenire ad ogni trasgressione del codice della strada, dall'abusivismo, alla sosta selvaggia al controllo del territorio».

La movida

«I giovani hanno il diritto di aggregarsi, i titolari degli esercizi pubblici hanno il diritto di esercitare una loro capacità imprenditoriale, i residenti hanno altrettanto il diritto di godere in forma sostenibile di una loro serenità per cui bisognerebbe trovare il giusto equilibrio ma non è cosa facile. Non è possibile regolare ad esempio le autorizzazioni commerciali, poichè bar o locali di pochi metri quadri creano le condizione affinchè all'esterno ci sia un'aggregazione, le strade della movida per lo più sono anguste, tutto questo concentrato purtroppo genera le problematiche che conosciamo. Dobbiamo lavorare insieme per far in modo che ci siano più spazi di aggregazione e certamente più controlli. È un lungo percorso che deve necessariamente essere condiviso con gli imprenditori, i quali devono pensare di investire anche in altre aree della città. Una piaga dei giovani oggi, è certamente l'uso smisurato di alcool per cui il tema è lo stesso e stiamo pensando proprio di istituire delle fasce orarie per regolare le aperture e le chiusure dei locali e per la somministrazione di bevande alcoliche».

Palazzo San Giacomo

«Ho allestito il mio ufficio da pochissimo, sono stato circa un mese senza e finalmente sono riuscito a ottenere anche un collaboratore poichè è molto importante. Palazzo San Giacomo attualmente è un deserto, ai tempi d'oro c'era un via vai di persone. Lo stile di questa giunta e dello stesso sindaco Manfredi, non è quello di pensare a ciò che è stato o non è stato fatto, oggi il tema è di avere delle unità di supporto affinchè si possa operare nel migliore dei modi per poter risollevare la città dai problemi che la affliggono da anni».

Il furto nella galleria Vittoria

«Il furto del rame è un fatto gravissimo. Ciò fa parte anche della percezione dei cittadini che questa città non può avere un futuro. L'amministrazione precedente ha fatto un buon lavoro. Purtroppo questo episodio riporta indietro le lancette dell'orologio. Noi oggi abbiamo un'amministrazione di grande competenza e l'apertura della galleria Vittoria è sicuramente un tema di grande urgenza».

La nomina

«Manfredi e De Luca sono due persone che stimo profondamente. Ho collaborato con De Luca in passato e abbiamo lavorato bene. Sicuramente De Luca ha espresso la sua felicità per il mio insediamento ma il mio intervento è stato richiesto circa tre mesi prima delle votazioni, dal sindaco Gaetano Manfredi».

Lo stadio Maradona

«Le forze di polizia devono far in modo che le regole vengano rispettate, per modificare questo assetto c'è bisogno di un'intesa forte tra le autorità di pubblica sicurezza, il comune e la società. Le cose stanno andando particolarmente bene. Purtroppo lo zoccolo duro di alcune fasce ultrà ancora c'è ma è un mondo che bisogna attenzionare particolarmente avendo grande rispetto delle competenze».

La piaga dei parcheggiatori abusivi

«Stiamo preparando uno strumento di individuazione delle aree più colpite dall'abusivismo affinchè la Questura possa lavorare meglio nell'individuare proprio gli abusivi. Purtroppo queste persone su alcuni fronti non possono essere attaccate poichè spesso nullatenenti, ma stiamo lavorando affinchè ci sia maggiore sensibilizzazione anche tra i cittadini, oltre che tra le forze dell'ordine».

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 09:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA