Napoli, duemila assunzioni al Comune: si comincia a luglio

17
  • 3282
Poco meno di duemila assunzioni, a tempo determinato e indeterminato, entro il 2021: le prevede il piano triennale del fabbisogno del personale approvato oggi dalla Giunta comunale di Napoli, su proposta del vicesindaco e assessore al Personale Enrico Panini. Il piano prevede il reclutamento di 913 unità per il 2019, 600 nel 2020 ed infine 482 nel 2021, per un totale di 1.995 assunzioni.

«Si tratta di un'operazione straordinaria e di assoluta importanza» affermano il sindaco Luigi de Magistris, il vicesindaco Panini e l'assessore al lavoro Monica Buonanno, secondo i quali «siamo di fronte alla più massiccia immissione in ruolo degli ultimi decenni. Abbiamo impegnato una spesa ragguardevole grazie ad un lavoro molto attento fatto sul bilancio e sulle entrate dell'ente. In questo modo daremo risposta al bisogno di centinaia di persone che hanno superato un concorso, rafforzeremo uffici e servizi messi in difficoltà anche dai tanti pensionamenti e verremo incontro alle tante esigenze dei cittadini. Il tutto è ancora più rilevante perché si accompagna ai Piani di assunzione per il 2019 di Asia, Napoliservizi ed Abc. Dopo l'approvazione il Piano verrà inviato alla Commissione ministeriale deputata ad esprimersi nel merito e, successivamente, verranno avviate le procedure di assunzione vere e proprie già dal mese di luglio».

Il Piano di reclutamento è scandito in tre anni e prevede: l'assunzione a tempo indeterminato mediante lo scorrimento delle graduatorie concorsuali Ripam di tutti i profili presenti nel concorso dell'anno 2010: ragionieri, istruttori amministrativi, funzionari economico-finanziari, informatici, architetti ed ingegneri, agenti della polizia municipale ed educatrici la stabilizzazione a tempo indeterminato del comparto dei Lavoratori Socialmente Utili (416 unità) con una prima dotazione di 100 unità nell'anno 2019 (operatori cimiteriali, messi e sorveglianti); il reclutamento a tempo determinato di altre 146 maestre ed insegnanti di asilo nido attinte dalle graduatorie ancora vigenti di concorsi pubblici per i profili dell'area educativa-scolastica. Nel 2019, inoltre, si procederà al reclutamento attraverso la mobilità di 4 agronomi. 
Lunedì 13 Maggio 2019, 18:21 - Ultimo aggiornamento: 13-05-2019 18:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-05-14 09:31:57
scusate, se quelli che sono andati in pensione, non facevano nulla, per che dovrebbero lavorare i nuovi "assunti"? è ovvio che ci vorrebbe una t.a.c. "politica" per questi "fortunati" per capire dove finisce la fortuna e dove inizia il compariellaggio politico!
2019-05-14 08:49:25
Da quando il sindaco De Magistris,ha occupato la poltrona di palazzo San Giacomo,ricordiamo che eravamo nell'anno 2011,con il suo tono da lavativo ed in maniera ossessiva,ha sempre respinto le accuse di quanti gli attribuiscono la mancanza di iniziativa,nell'affrontare tutte quelle azioni rivolte a migliorare la qualità delle vita nel contesto urbano,dal rifacimento delle strade e quant'altro,attribuendolo alla mancanza di fondi per responsabilità,ovviamente sempre altrui e quindi di governo nazionale e ragione Campania. In questa indubbiamente difficile situazione che l'amministrazione comunale vive e che inevitabilmente si scarica sui cittadini,apprendiamo la notizia che nei prossimi mesi,il comune di Napoli sarà pronto ad assumere altri duemila dipendenti. La logica fa pensare che dovremo aspettarci un ulteriore aumento delle tasse comunali,già tra le più alte d'Italia,in un contesto,in cui i redditi sono tra i più modesti del paese.
2019-05-13 22:40:36
..ed io pago gli elettori degli amici degli amici. Lavorassero almeno! Peripatetici o mimetizzati.
2019-05-13 22:10:22
Fosse vero che si può dire. Ma servono più di 50 milioni di euro all'anno per le assunzione previste. Dove prevedono di trovarli?
2019-05-14 12:27:47
A vendere chiacchiere non costa nulla, chissà perche i posti escono sempre in qualche tornata elettorale. in questo caso addirittura dopo le elezioni . quindi nulla, se volessimo ascoltare quello che dice Dema e il capo della

QUICKMAP