Bonifica di Bagnoli, lascia il commissario Nastasi: Lega e Di Maio contro il ministro Lezzi

di Fulvio Scarlata

  • 199
Salvatore Nastasi si è dimesso. Il commissario per la bonifica di Bagnoli aveva capito già ad inizio agosto che con il nuovo governo non c'era più spazio politico per andare avanti e rimette il mandato. Non è bastato il sostegno della Regione e neanche il benestare, con parole lusinghiere, dello stesso ministro per il Sud, Barbara Lezzi che alla fine ha dovuto accettare lo stop. Troppo forte l'ostilità della Lega e di una parte dei 5Stelle e l'ultimo e decisivo no arrivato da Luigi Di Maio verso l'uomo voluto da Matteo Renzi per sbloccare, dopo decenni, le condizioni dell'area occidentale della città. Al di là dello spoil system, il bilancio per ora resta ancora molto magro, come possono constatare i cittadini.

Già aperta la partita per la successione: non sarà un campano ma il governo assicura che si sceglierà «un nome di prestigio, di comprovata esperienza nel ministero dell'Ambiente». me del nuovo commissario per Bagnoli, che ormai nessun napoletano pensa seriamente sia bonificata e possa rinascere.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 29 Agosto 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 30 Agosto, 07:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP