Napoli, il governo avvisa il Comune:
«Basta contrapposizioni su Bagnoli»

Lunedì 6 Febbraio 2017 di Luigi Roano
Napoli, il governo avvisa il Comune: «Basta contrapposizioni su Bagnoli»

Oggi alle 10 il vertice in Prefettura su Bagnoli: governo e Comune saranno faccia a faccia per la prima volta dopo mesi di tensioni. E da Palazzo Chigi, dal ministro per il Sud Claudio De Vincenti, arriva un monito: «Basta contrapposizioni non sono utili alla città, il governo su Bagnoli sta facendo fatti e non chiacchiere». Non si tratta di una riunione della cabina di regia che il sindaco Luigi de Magistris continua a non riconoscere così come il commissario ma oggi Palazzo San Giacomo scoprirà le sue carte in maniera formale sull’area ex Italsider. La cifra politica di giornata - tuttavia - è l’incontro, il fatto che in qualche modo riprenda il dialogo istituzionale su questa sofferta e ormai storica vicenda di Bagnoli. Incontro fortemente voluto dal ministro che presiederà il tavolo.
 

 

E proprio De Vincenti vivacizza la vigilia del vertice con dichiarazioni decise e che suonano come un monito verso Palazzo San Giacomo. «L’incontro che ho convocato in Prefettura a Napoli - dice il ministro - è l’occasione, che spero il sindaco de Magistris voglia cogliere, affinché il Comune esca da una contrapposizione che non serve alla città».Cosa significa è presto detto: vedersi fuori dalla cabina di regia non significa avere liquidato questo strumento. Al tavolo, infatti, oltre che il ministro, siederanno il governatore Vincenzo De Luca l’amministratore delegato di Invitalia che sta sviluppando il piano Bagnoli per conto del Governo Domenico Arcuri e il commissario Salvo Nastasi. Di fronte il sindaco, il vicesindaco Raffaele Del Giudice che ha la delega all’Ambiente, l’assessore carmine Piscopo che ha la delega all’Urbanistica ed è l’ideatore del Piano Bagnoli per parte del Comune. 

Continua a leggere sul Mattino Digital

Ultimo aggiornamento: 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA