Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, la rivoluzione dei cantieri:
restyling Riviera di Chiaia entro l'anno

Giovedì 2 Febbraio 2017
Napoli, la rivoluzione dei cantieri: restyling Riviera di Chiaia entro l'anno

«Con il governo Gentiloni abbiamo rapporti istituzionali positivi e ora attendiamo la conferma di questi buoni rapporti, che testeremo nei prossimi giorni su due importanti scadenze: la vicenda di Bagnoli, dove vogliamo andare avanti sul modello del confronto istituzionale del Patto per Napoli e sulla vicenda del pignoramento del consorzio CR8, visto che il governo si è impegnato a trovare una soluzione che possa tutelare la città di Napoli». Lo ha dichiarato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris nel corso dell’intervista rilasciata al direttore editoriale  del vg21 Gianni Ambrosino. 

Sulla vicenda, poi, del movimento politico Dema, il sindaco ha spiegato: «Non mi entusiasmano né Renzi, né questo M5S e nemmeno il riposizionamento del Pd di area dalemiana, per questo dico che per il bene della città di Napoli è meglio avere un governo stabile che sia interlocutore serio e affidabile piuttosto che lanciarsi in una campagna elettorale anticipata. Io, comunque, resto concentrato 24 ore su 24 su Napoli e sulla amministrazione della città. Dema è un progetto politico serio, autonomo, contro le vecchie liturgie e i recinti tradizionali della politica. Sosterremo alcune esperienze amministrative a livello locale, nella prossima tornata elettorale di maggio con la presenza di nostre liste. Ci sono migliaia di napoletani che ci hanno chiesto di organizzarci e abbiamo aperto un dialogo importante anche con alcuni sindaci dell’hinterland, partendo dalla base comune della Costituzione, dei beni comuni, delle persone e del rispetto dei diritti. Io sono impegnato a guidare Napoli 24 ore su 24».
 


Sui lavori, poi, del lungomare, ha detto che per fine anno vedremo la stazione della metro linea 6, oltre ai lavori della Stazione Dohrn e della Riviera di Chiaia. Per quanto riguarda, poi, i lavori del lungomare, il Comune si augura che quanto prima partano i lavori che dovrà finanziare anche la Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA