«Donazioni alla figlia per non pagare le tasse», condannata Boldoni

di Viviana Lanza

  • 132
Un anno e quattro mesi è la sentenza di condanna che ha chiuso in primo grado il processo a carico di Patrizia Boldoni. Al centro del dibattito tra accusa e difesa ci sono due atti di donazione a favore della figlia. Patrizia Boldoni, la ex moglie del patron del Napoli Corrado Ferlaino e consulente del governatore Vincenzo De Luca ai Beni culturali, ha sempre sostenuto che si trattava di atti programmati da tempo. Ma la Procura le ha contestato un comportamento penalmente rivelante, ipotizzando che le donazioni siano state una manovra per sottrarre i propri beni alla vicenda fiscale in cui gli inquirenti indicavano Boldoni debitrice dell'amministrazione finanziaria dello Stato per un importo quantificato in oltre 11 milioni di euro, relativo a imposte dovute con interessi e sanzioni, per le annualità dal 2002 al 2010.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 24 Maggio 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP