LUIGI DE MAGISTRIS

De Luca lancia 11 idee per Napoli, de Magistris punge: «La montagna ha partorito topolino»

Giovedì 10 Settembre 2020

«Quando ho letto che un candidato presidente aveva progetti per Napoli, sono rimasto contento. Quando, però, li ho letti, ho provato amarezza e sconcerto. La montagna ha partorito un topolino». Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, commenta così gli 11 progetti per la città presentati ieri dal governatore Vincenzo De Luca, ricandidato alla presidenza della Regione Campania.

LEGGI ANCHE Covid in Campania, 180 positivi e un morto in 24 ore: due su cinque di rientro dalle vacanze

«In 5 anni De Luca non ha fatto nulla o quasi per Napoli - ha detto ai microfoni di Radio Kiss kiss Napoli - Da presidente uscente e ricandidato, dovrebbe dire cosa ha fatto e cosa intenderà fare. Io, da sindaco, posso fare l'elenco di quello che non ha fatto, di ciò che ha distrutto e, al primo posto, metto le strutture sanitarie, visto che siamo in periodo di pandemia». «Parla di una azienda unica del trasporto pubblico locale - ha sottolineato - In questi 5 anni, ha fatto di tutto per smantellare quello che già c'era, come possiamo credere che voglia fare altro?». «Parla di progetti già fatti, come piazza Garibaldi o altri progetti per cui abbiamo più volte chiesto alla Regione e lui si è girato dall'altra parte». «Forse è confuso - ha concluso - e invece di Napoli aveva in mente altre città». 
 

Video

Per quanto riguarda il referendum, de Magistris annuncia che voterà No: «Perché invece non si fanno vere riforme eliminando i nominati? Questa riforma è portata avanti da chi si ritiene anti-casta, ma che non è riuscita a fare riforme e vuol far credere che questo taglio sia la medicina».

Ultimo aggiornamento: 16:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA