De Magistris, audizione alla Camera: «Così cambieremo l'immagine di Scampia»

8
  • 207
La Commissione parlamentare di inchiesta sulle Periferie ha svolto un'audizione al sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, trasmessa in diretta dalla webtv della Camera dei Deputati. 

«Siamo in condizione entro l'estate di cantierizzare e probabilmente abbattere entro l'estate la prima vela di Scampia», ha detto de Magistris nel corso dell'audizione. «Abbatteremo tre vele su quattro a Scampia e quella che resterà in piedi diventerà sede di uffici istituzionali: Scampia, periferia, diventa centro e centro della Città Metropolitana», ha aggiunto.

De Magistris, parlando del progetto Restart periferie ha detto che «prevede anche una rigenerazione urbana ed è un progetto di grande valenza sociale che porta anche la firma dell'Università di Napoli Federico II e del Comitato Vele. È questo il nostro modo di intendere l'amministrazione pubblica: al centro ci sono i cittadini e questo progetto ha un valore nazionale e oserei dire internazionale per l'immagine delle Vele che c'è oggi nel mondo».

«L'audizione del sindaco de Magistris conferma che Napoli è un laboratorio interessante sul tema delle periferie. Sicuramente la riqualificazione del quartiere delle Vele di Scampia è un modello e ha una portata nazionale, ma è interessante l'attenzione complessiva alla riqualificazione delle periferie che è stata messa al centro dell'azione amministrativa», ha detto Andrea Causin, presidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie.

«Dall'audizione sono emersi degli spunti interessanti di cui è necessario tenere conto, soprattutto per quanto riguarda la necessità di mettere mano al sistema dei poteri e dei rapporti tra città metropolitane e regioni» ha spiegato Causin. «Se si vuole investire su una strategia di rigenerazione delle periferie, le città metropolitane devono diventare centrali nelle gestioni di alcune competenze, legate ai servizi alle persone, come il trasporto pubblico e devono diventare centro di attrazione dei fondi europei» ha concluso.


«Stiamo per svuotare la seconda vela, il rischio è che altri vadano ad occupare o che intervenga la criminalità organizzata. Bisogna far presto e abbattere la prima vela entro l'estate anche perché quella struttura non può rimanere a lungo svuotata». Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris nell'audizione alla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle periferie della camera Il sindaco ha ricordato che a Scampia «interveniamo in un territorio che è difficile e dobbiamo fare in modo che le persone che escono da una Vela possono avere un alloggio popolare, se ne hanno titolo».


 
Martedì 2 Maggio 2017, 11:13 - Ultimo aggiornamento: 3 Maggio, 09:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-05-03 12:28:42
"Faremo", "dovremo", "ci impegneremo", bla bla bla...sempre gli stessi slogan usati dai politicanti per vedere cosa? Il nulla.
2017-05-03 09:20:35
ta tta ra tara tara tara modalita piu bassa poi di nuovo ta tta ra tara tara tara ritornello di un noto film napoletano anni 80 questa è la moseca come diceva totò di sottofondo per il nostro benamato sindaco
2017-05-03 08:16:08
Ma se nn è stato sei stato in grado di portarr a termine nemmeno quello che hai iniziato, via marina, via luca giordano, ecc.. ,cantieri che non vedono la fine dei lavori, per non parlare della qualità delle strade mai stata così disastrata, bagnoli per fortuna l'hanno commissariata, e mo vuole gestore le vele e secondigliano. Certo che in quanto a balle sparate grosse se la gioca con Renzi
2017-05-02 22:53:03
E' incredibile quest'uomo ma, dico io, vuoi prima fare le cose e poi annunciarle ; sempre lo stesso leit motiv : la politica degli annunci. Io sto aspettando ancora "Napoli al 70% di differenziata in 7 mesi" sparata alla vigilia della prima elezione a Sindaco del DEMA ovvero 7 anni fà e stiamo invece al 30%. Di contro Lui ironizzo su Renzi dell''Arenile bonificato che ad agosto scorso avrebbe indossato il "costumetto per il bagno a Bagnoli. Tra Lui e Lei difficile chi rappresenta il peggio della politica.
2017-05-02 22:48:49
non si può dire che non ha fatto nulla perché chi lo ha preceduto è stato anche peggio. ma deve muoversi, liberare le strade, aumentare il verde, ridurre i parcheggi sulle grandi arterie (unico modo per ridurre traffico e abusivi), introdurre la tariffa unica notturna per le auto in sosta blu (contro gli abusivi), ztl in alcune ore della domenica sul lungomare, dare 100 chiese di napoli chiuse a privati, sgomberare ogni singolo abusivo o rom o straniero irregolare, e poi aree ovest ed est ferme da anni. caro sindaco napoli ha bisogno di uno che va a velocità doppia per recuperare il gap. scendi in ogni singola strada di napoli e ordina alla tua squadra di agire a tutti i livelli

QUICKMAP