De Magistris risponde a Salvini: «Sei tra i responsabili dell'emergenza rifiuti»

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris
  • 362
«Ricorderei a Salvini che ha sostenuto un Governo, quello Berlusconi, che è stato tra i principali responsabili dell'emergenza rifiuti. Credo che si debba lavorare con spirito di leale collaborazione senza fare battaglie di religione o i professorini e credo che realizzare un termovalorizzatore in ogni angolo della Campania non sia la risposta». Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha replicato alle parole del ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Il sindaco ha inoltre sottolineato che «di quell'emergenza rifiuti il Comune di Napoli paga anche la calamità finanziaria perché il debito del Comune è così alto anche a causa di quell'emergenza».

«Non vediamo una svolta nella programmazione regionale sui rifiuti né una programmazione sull'impiantistica regionale. Noi lavoriamo in difficoltà e in isolamento e i fatti di questo ultimo anno, tra incendi agli impianti e gare deserte, ci preoccupano». Questa la denuncia del sindaco, in riferimento alla questione rifiuti che è stata discussa in Prefettura alla presenza del ministro Salvini. De Magistris ha parlato di «precarietà del ciclo dei rifiuti» e nel ribadire il suo «no» alla realizzazione di altri termovalorizzatori ha espresso la necessità «di lavorare tutti insieme per accelerare le procedure per l'impiantistica alternativa, per far funzionare bene gli Stir, per evitare che si abbassi il livello della raccolta differenziata». «Mi chiedo - ha aggiunto - se quanto sta accadendo sia tutto frutto del caso o se non ci sia qualche manina, da noi segnalata da circa un anno, che vuole condizionare tutto questo».
Giovedì 15 Novembre 2018, 16:38 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2018 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP