Napoli, fumogeni e insulti al corteo la Terra dei fuochi: sacchetti di spazzatura contro la Regione

ARTICOLI CORRELATI
di Oscar De Simone

  • 682
Un nuovo fiume in piena invade le strade del centro storico di Napoli. Sono migliaia i cittadini, gli attivisti, i comitati e i gruppi ambientalisti dei diversi territori campani che hanno marciato da piazza Mancini a Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campaina. Hanno tutti aderito al corteo promosso dall’associazione “Stop Biocidio” che da tempo ormai si pone a difesa dei territori devastati dall’inquinamento chiedendo bonifiche e interventi di messa in sicurezza.
 
 

Al grido “jatevenne”, i manifestanti hanno percorso corso Umberto I con in mano striscioni, bandiere e sacchi dei rifiuti con sopra immagini e fotografie di personaggi politici a cui intendono manifestare il tutto il loro dissenso.
 

Decine di sacchetti di spazzatura sono stati lanciati all'ingresso della Regione Campania. I dimostranti sono arrivati davanti alla sede della giunta regionale dove hanno intonato slogan contro il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, contestando le decisioni in merito allo smaltimento e alla gestione dei rifiuti in Campania. Numerosi striscioni con la scritta «Dimettiti».
 
Sabato 24 Marzo 2018, 15:57 - Ultimo aggiornamento: 25 Marzo, 08:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP