Festa della ferrovia, Mattarella torna a Pietrarsa per i 180 anni della linea Napoli-Portici

Lunedì 30 Settembre 2019 di Carmine Maione
Il Capo dello Stato Sergio Mattarella sabato sarà in visita ufficiale a Portici per i 180 anni dalla nascita delle ferrovie italiane che festeggiano il loro anniversario in grande stile e con un ricco calendario di eventi promosso dalla Fondazione Fs. Il presidente della Repubblica, in visita a Napoli anche nello scorso fine settimana, torna quindi in Campania, a conferma di un profondo legame con questa terra.
 
Sabato prossimo, alle 11, Mattarella raggiungerà in treno la stazione di Portici ripercorrendo lo stesso tragitto circa 7,5 chilometri da Napoli - effettuato dalla Bayard il 3 ottobre 1839. Un grande traguardo quello della prima ferrovia italiana nata 22 anni prima dell'unità d'Italia. Ad attendere il Presidente ci saranno i rappresentanti delle istituzioni e i vertici di Ferrovie. A Portici Mattarella parlerà dal palco che verrà allestito in piazza San Pasquale, la piazza prospiciente la stazione ferroviaria a pochi metri dal porto borbonico del Granatello. Subito dopo il Presidente raggiungerà il Museo Ferroviario di Pietrarsa: si tratta della sua seconda volta, la prima visita avvenne nel 2017 per inaugurare il completamento del restauro del Museo.

Facile prevedere il pubblico delle grandi occasioni: l'intervento del Presidente si potrà seguire anche dai due maxischermi che verranno posizionati ai lati del palco. Ad accogliere Mattarella, come prevede il cerimoniale, sarà il sindaco Vincenzo Cuomo. «La visita del Presidente della Repubblica è sempre un evento storico per i nostri territori dice Cuomo -. È la seconda volta che il Capo dello Stato visita la nostra città, Portici si conferma un territorio di riferimento storico e turistico».

Intanto, da giorni si è messa in moto la macchina organizzativa con una serie di incontri soprattutto sul fronte della sicurezza: oggi alle ore 16 è previsto un tavolo in prefettura per elaborare il dispositivo di sicurezza, per il Comune di Portici partecipano l'assessore alla sicurezza e alla viabilità, Maurizio Capozzo, e il comandante della polizia municipale, Gennaro Sallusto. «È previsto un imponente dispositivo viabilistico», assicura l'assessore Capozzo. La città si prepara al grande evento e da alcuni giorni piazza San Pasquale è sottoposta a un vero e proprio restyling.

L'ennesima visita in così pochi giorni conferma l'attenzione del Capo dello Stato per Napoli e la sua area metropolitana, come ha affermato il sindaco Luigi de Magistris al termine della visita di sabato scorso al Palazzo Reale. «È rimasto affascinato dalla Cappella Palatina e da altre opere d'arte davanti alle quali si è soffermato ha riferito il sindaco de Magistris e ancora una volta ha avuto parole straordinariamente lusinghiere per la città. Desidero ringraziarlo perché è tornato a Napoli e peraltro è prevista la sua presenza anche sabato prossimo a Portici. Tutta questa attenzione del Presidente conferma che la città può avere un ruolo guida nella costruzione della nuova Europa».

Il programma dei festeggiamenti per i 180 anni inizierà due giorni prima della visita presidenziale e si concluderà domenica 6 ottobre: alle 10 di giovedì a Pietrarsa ci sarà l'inaugurazione del circuito «Vapore Vivo», si proseguirà alle 17,30 con la sfilata in abiti dell'800 e il ballo a cura di Fantasie d'Epoca; alle 18,30 sarà la volta della banda musicale della Nato a cura della Fleet Jazz Ensamble. Domenica alle 10,30 una favola durata 18 0anni, alle 11 lo spettacolo danzante di Tableau Vivant del Fergola e alle 12 performance musicale a cura della Banda dei Carabinieri. Previsto anche uno speciale annullo filatelico postale. © RIPRODUZIONE RISERVATA