Napoli, De Iesu illustra il piano sicurezza:
«Più telecamere e lotta a dispersione»

Lunedì 24 Gennaio 2022
Napoli, De Iesu illustra il piano sicurezza: «Più telecamere e lotta a dispersione»

L'assessore alla Legalità del Comune di Napoli Antonio De Iesu ha illustrato - nella sede della commissione Polizia Municipale e Legalità, presieduta da Pasquale Esposito - contenuti dell'accordo per la sicurezza siglato in Prefettura lo scorso 20 gennaio alla presenza della ministra dell'Interno Luciana Lamorgese.

«Si tratta - ha spiegato De Iesu - di un grande contenitore che parte dall'implementazione della videosorveglianza e comprende molteplici interventi che vanno dal contrasto del disagio giovanile, alla lotta alla dispersione scolastica e all'utilizzo sociale dei beni confiscati. Sono anche previsti tavoli di concertazione monotematici che saranno convocati nei vari territori municipali».

Tutti i consiglieri intervenuti - Catello Maresca (Gruppo Maresca), Alessandra Clemente (Misto), Rosario Andreozzi ( Napoli solidale Europa verde), Pasquale Sannino (Insieme per Napoli Mediteranea), Gennaro Acampora (Partito Democratico) Iris Savastano (Forza Italia) Ciro Borriello (Movimento 5 Stelle) - hanno richiamato particolare attenzione sulla prevenzione del disagio sociale sollecitando risposte concrete ai bisogni primari del territorio, a partire dall'illuminazione pubblica.

Video

La commissione Politiche Sociali, presieduta da Massimo Cilenti, ha fatto il punto sul programma di assegni di cura della Regione Campania per favorire la permanenza a domicilio delle persone in condizioni di disabilità grave e gravissima. L'importo dell'assegno di cura è fissato in due quote mensili distinte tra gravissimi e gravi, ai quali vengono erogati rispettivamente 1200 e 600 euro mensili. Nel corso della riunione, presenti l'assessore alle Politiche sociali Luca Trapanese e gli uffici competenti, è emerso che la Regione Campania attualmente non finanzia per intero l'assistenza domiciliare ai disabili gravi, ma solo quella per i gravissimi, determinando una situazione di incertezza nella programmazione del servizio.

Molti gli intervenuti - Toti Lange (Misto); Iris Savastano (Forza Italia); Sergio Colella (Manfredi Sindaco); Rosario Andreozzi ( Napoli solidale Europa verde); Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) - per chiedere urgenti risposte chiare da parte della Regione Campania. La Commissione, ha concluso il presidente Cilenti, si farà promotrice, insieme all'assessorato, di un incontro con la Regione e l'Asl Napoli 1 Centro per comprendere le ragioni di questa scelta e perché siano assicurati in tutti distretti sanitari territoriali gli stessi criteri di valutazione in merito alla condizione degli utenti gravi o gravissimi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA