Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, primarie del caos: nella commissione si dimette Ederoclite, Bassolino va in minoranza

Mercoledì 9 Marzo 2016 di Fulvio Scarlata
Napoli, primarie del caos: nella commissione si dimette Ederoclite, Bassolino va in minoranza
Napoli. Si dimette dalla commissione di garanzia Tommaso Ederoclite, e i bassoliniani vanno in minoranza. Continua il braccio di ferro all'interno del partito democratico napoletano dopo il ricorso di Antonio Bassolino che chiede l'annullamento delle primarie o almeno la cancellazione dei voti nei seggi in cui si sarebbero verificate violazioni. La commissione, riunita per giudicare sui ricorsi, era composta da cinque rappresentanti per Bassolino, altrettanti per la Valente, due per Sarracino, uno per Marfella, oltre al presidente Giovanni Iacone e al segretario verbalizzatore.

Visto che i rappresentanti di Area Riformista (schierati con Sarracino) hanno intenzione di non votare sui ricorsi, anche se vogliono verificarne prima la fondatezza, e visto che il rappresentante di Marfella non si è presentato alla riunione, il rapporto era 5 a 5, con la possibilità per il presidente Iacone di esprimere la propria preferenza (mentre ancora non è chiaro se il segretario verbalizzatore può votare). Secondo indiscrezioni già Benincasa, rappresentante del Centro Democratico, dato in quota Bassolino, dovrebbe astenersi. Con le dimissioni di Ederoclite, responsabile delle comunicazioni del Pd, l'ex sindaco dovrebbe trovarsi in minoranza.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA