Napoli, la rivolta degli edicolanti: ​«Contratto scaduto da 15 anni»

  • 123
Questa mattina Sinagi e Snag, sindacati di categoria dei giornalai, in linea con lo stato di agitazione nazionale, hanno organizzato un presidio al Centro Direzionale sotto la sede del Mattino per evidenziare tutte le difficoltà in cui si trovano da anni a partire dal mancato rinnovo del contratto nazionale fermo a 15 anni fa.

Presente anche il consigliere regionale Gianluca Daniele che ha così dichiarato: «La giornata di oggi è importante per il settore dell'editoria e per gli edicolanti, infatti, la protesta mira a costringere la Fieg a rinnovare il contratto nazionale e a venire incontro ad un settore che è stato fortemente provato dalla crisi economica e dalla crisi dell'editoria. Il mio impegno al fianco di questi lavoratori - prosegue Daniele - non è solo quello di rilanciare il settore e di aiutare la trattativa nazionale, ma, soprattutto, di impegnarmi in Regione affinché una legge di sostegno all'editoria, che giace da alcuni mesi, possa essere approvata e - conclude il consigliere - di sensibilizzare la giunta affinché, rispetto alla crisi del settore, metta in campo tutte quelle azioni tese ad aiutare un settore nevralgico per la cultura e per l'occupazione». 
Lunedì 25 Marzo 2019, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP