Napoli, Salvini striglia i suoi: «No ai transfughi nella Lega»

di Valentino Di Giacomo

1
  • 2
«Alla Regione deve andarci un nostro candidato». Tra una portata di pesce e un bicchiere di Falanghina, il piatto forte lo ha messo a tavola Matteo Salvini che durante una cena a Napoli, venerdì notte, ha preparato le strategie per radicare sempre di più la sua Lega in Campania. Dopo i due comizi dell'altro ieri, ad Aversa e Casoria, organizzati per sostenere i suoi candidati ai ballottaggi, il titolare del Viminale ha riunito i leghisti campani al ristorante fino a tarda notte. Un segnale per ribadire la sua presenza, ma anche per sedare qualche malumore interno scoppiato subito dopo l'ottimo risultato delle elezioni europee che ha consegnato al Carroccio campano un impensabile, fino a poco tempo fa, 19 per cento di consensi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 2 Giugno 2019, 09:00 - Ultimo aggiornamento: 02-06-2019 12:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-02 12:26:54
Non si capisce dall'articolo se veramente Salvini abbia detto no ai transfughi- Ex FI ex AN ex FN ex dell'area di dx- Se fosse così sarebbe almeno una lampadina che si accende ne Carroccio , in realtà se hai bisogno di voti imbarchi tutto il possibile e quindi anche transfughi

QUICKMAP