«Campagna per il sì al San Carlo»,
ira de Magistris su vertici del teatro

ARTICOLI CORRELATI
14
  • 86
«Verificherò in quanto presidente del Consiglio di indirizzo del San Carlo se quanto accaduto è vero e se ci sono persone che ricoprono incarichi apicali in Teatro impegnate in prima linea sul referendum del 4 dicembre». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in relazione all'intervista rilasciata da Eugenio Bennato al Corriere del Mezzogiorno in cui l'artista afferma di essere stato invitato dalla soprintendente del Massimo partenopeo Rosanna Purchia a un'iniziativa con i sindaci per il Sì al referendum.

De Magistris ha affermato che «il Teatro San Carlo è un bene comune e chi ha ruoli di responsabilità esclusivamente tecnica dovrebbe usare tutte le cautele per evitare di trascinare i vertici del San Carlo in una campagna referendaria così delicata». Il sindaco ha sottolineato che «verificherà la veridicità dei fatti e se qualora corrispondessero a verità, non mancherò di esprimere il mio dissenso perché una cosa è il voto libero e manifestare le proprie idee e altra è utilizzare incarichi delicati e istituzionali a fini politici».
Lunedì 28 Novembre 2016, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 29-11-2016 06:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2016-11-29 16:37:08
vedo che ha le idee chiare nell'esprimere le proprie ragioni??????????????
2016-11-29 10:41:58
questo sindaco si sta guadagnando a rapidi passi la palma del peggior sindaco, ha ormai quasi sopravanzato la Iervolino... Ma ai napoletani piace... del resto contenti di vivere nella terzultima città per qualità della vita (ma sono quasi sicuro che a Siracusa (penultima) si viva meglio che a Napoli. Pensasse agli imbrogli che fa e sta facendo con la Mostra d'Oltremare lo stadio Collana e con il restauro dei Monumenti. Una città allo sfascio! Votate i masanielli e questo vi ritrovate.
2016-11-29 10:03:24
Questo invece di vergognarsi per aver contribuito al definitivo affossamento di Napoli arretrandola al terzultimo posto in Italia, pensa al referendum. E' proprio vero: al peggio non c'è mai fine.
2016-11-29 09:36:49
Visto che non bisogna utilizzare incarichi delicati e istituzionali a fini politici. Il sindaco De Magistris (che ricopre un incarico istituzionale) come si permette di fare propaganda per il NO.
2016-11-29 08:36:17
condivido in pieno rosetta e antonio ci hanno derubato di tutto hanno fatto la loro fortuna sul sangue di molti napoletani perbene

QUICKMAP