Sorpresa a Napoli Servizi, lascia il manager Andrea de Giacomo

ARTICOLI CORRELATI
di Valerio Esca

Si è dimesso l'amministratore unico della Napoli Servizi Andrea de Giacomo. Dopo la bocciatura al bilancio da parte del Collegio dei revisori dei conti dell'azienda comunale, arrivato dieci giorni fa, e dopo la denuncia incassata da de Giacomo presso il Tribunale delle imprese, il numero uno della partecipata ha deciso di rassegnare le dimissioni. L'amministrazione lo ha comunicato ai sindacati ieri sera intorno alle 20, convocando una riunione ad horas. Nominato dal sindaco il 3 aprile 2017, de Giacomo lascia per problemi legati al bilancio dell'azienda. I revisori, nella loro ultima relazione, sono stati molto duri con l'amministratore unico puntando il dito sulla gestione della società: «In assenza di certezze sulla possibilità di recupero della posta creditoria della Napoli servizi - scrivono i revisori - il Collegio sindacale esprime parere negativo all'approvazione del bilancio». Un giudizio lapidario che ha messo in discussione finanche la convenzione firmata il 2 agosto 2018, valida fino al 30 giugno 2019, con la quale il Comune ha rinnovato l'accordo con la Napoli Servizi. Il collegio ha ritenuto necessario evidenziare come si sarebbe dovuti passare per una delibera di Consiglio comunale e non soltanto di giunta. Sul banco degli imputati è finito soprattutto il bilancio relativo all'esercizio 2017, dove a ballare ci sono circa 8 milioni di euro. Somme che il Comune non ha mai previsto e confermato come impegno di spesa, non risultando essere di fatto un debitore della multiservizi.
Sabato 20 Luglio 2019, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 20-07-2019 17:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP