Napoli, protocollo d'intesa tra Comune
e Nunziatella per etica, sport e inclusione

Mercoledì 26 Febbraio 2020
E’ stato firmato oggi, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, il protocollo d’intesa tra il Comune di Napoli e l’Esercito Italiano per la realizzazione del progetto “Etica, Sport ed Inclusione. Esercito Italiano insieme alla Città di Napoli per i giovani”, un percorso formativo  che consentirà ad otto studenti del capoluogo campano, un approccio all’attività sportiva equestre militare ed ai valori ad essa legati.

Il progetto, nato da una iniziativa dell’Esercito e organizzato grazie alla collaborazione del Comune di Napoli che, attraverso l’Assessorato al patrimonio, ai lavori pubblici e ai giovani, ha indicato gli ambiti sociali dove indirizzare l’attività formativa, si svilupperà  dal 2 al 13 marzo ad Agnano presso il Centro Ippico della Scuola Militare Nunziatella

LEGGI ANCHE Nicola, sedicenne di Scampia: «Io, ex bullo salvato dalla Nunziatella»

Hanno siglato il protocollo  il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ed  il Comandante della Nunziatella, Colonnello Amedeo Gerardo Cristofaro  alla presenza dell’Assessore Alessandra Clemente, del Colonnello Max André Barbacini – Capo progetto per la valorizzazione del comparto equestre dell’Esercito – della Dirigente Scolastica Palmira Masillo e degli studenti dell’Istituto Tecnico Superiore “Alfonso Casanova” di Napoli, attori principali di questa iniziativa. Il Colonnello Barbacini ha dichiarato: “La tradizione equestre militare è, oggi più che mai, veicolo di valori quali l’inclusione sociale e l’etica dello sport.

In quest’ottica, il Centro Ippico Militare offre l’opportunità di vivere un ambiente educativo e formativo che, pur preservando i propri scopi istituzionali principali, si rivela essere una risorsa polifunzionale per il territorio”I giovani studenti, lavorando fianco a fianco con il personale del Centro Ippico Militare e sotto la supervisione degli Istruttori dell’Esercito, si cimenteranno nelle attività di mansioni di scuderia e di mascalcia che consentiranno un graduale avvicinamento al cavallo e all’equitazione. Il progetto si prefigge lo scopo di offrire l’opportunità di compiere un percorso formativo improntato alla legalità che si sviluppa in seno all’etica militare e che consentirà agli studenti coinvolti di conoscere meglio se stessi, mediante l’interazione naturale con il cavallo, rapportarsi e relazionarsi con altri che hanno scelto di vivere al servizio del proprio Paese in uniforme e acquisire il valore delle regole attraverso il riscontro giornaliero dei risultati conseguiti grazie all’applicazione disciplinata degli insegnamenti ricevuti. © RIPRODUZIONE RISERVATA