Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

VINCENZO DE LUCA

De Luca all'evento de «Il Mattino»: «Svolta nazionale Lega modo per dare ampio respiro alla politica»

Mercoledì 25 Maggio 2022
De Luca all'evento de «Il Mattino»: «Svolta nazionale Lega modo per dare ampio respiro alla politica»

«Io sono fra quelli che hanno apprezzato la svolta nazionale della Lega, lo ritengo un bene per l'Italia». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di un faccia a faccia con il leader della Lega Matteo Salvini a Napoli durante le celebrazioni per i 130 anni del quotidiano Il Mattino. «È interesse dell'Italia - ha spiegato De Luca - avere respiro nazionale da parte di tutte le forze politiche, poi ci si può dividere nel merito ma questo è stato un tentativo anche di respiro fatto dalla Lega, che credo abbia pagato anche un prezzo, ma aveva un senso che io apprezzo». De Luca ha ricordato in maniera ironica che «la Lega in Campania ha eletto due o tre consiglieri, non so quanti; possono bastare, non oltre perché poi fa male. A Napoli hanno avuto il 4% Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia e a me pare una cosa molto accettabile». 

«L'autonomia è un'occasione? Ne sono assolutamente convinto. Io e i colleghi della Lega abbiamo avuto su alcuni punti posizioni differenti, ma dobbiamo rilanciare questa battaglia. Dico a Salvini che mi pare di aver notato nell'ultimo periodo perfino qualche timidezza da parte di miei colleghi presidenti di Regione del nord. Ho sollecitato Fedriga ad aprire formalmente il problema dell'autonomia, ma vedo qualche timidezza che io sinceramente non ho». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto alle celebrazioni per i 130 anni del quotidiano Il Mattino, nel corso di un «faccia a faccia» con il leader della Lega Matteo Salvini. 

Video

«Tra Nord e Sud permane una grandissima disparità di opportunità. Nel riparto delle risorse registriamo ancora una disparità intollerabile. Dobbiamo partire da un presupposto semplice, le stesse risorse per ogni cittadino italiano, e criteri rigorosi di valutazione sulla capacità di spesa di tutte le parti d'Italia» ha continuato De Luca «Per la sanità - ha aggiunto De Luca - la cosa è doppiamente complicata e la Campania è una regione che subisce una rapina ogni anno di 220 milioni di euro nell'ambito del fondo sanitario nazionale. È una cosa che credo a Roma sappiano tutti quanti, ma vi è un livello di opportunismo tale nel mondo politico italiano, destra centro e sinistra, che tutti trovano più comodo girare la testa dall'altra parte. La Campania riceve meno di ogni regione in relazione alla popolazione nell'ambito del riparto del fondo sanitario nazionale. Stiamo combattendo con il Ministero della Salute perché si decida ad attuare criteri rigorosi. Anche qui scontiamo disastri fatti da noi nel Sud»

Riguardo la situazione internazionale e le continue tensioni tra Russia ed Occidente «Nella guerra in Ucraina Putin è colpevole ma noi non siamo innocenti. Nessuno dice infatti che l'Ucraina ha violato l'accordo di Minsk, che ha fatto una pulizia etnica contro i russi lì residenti, che è stato arrestato il capo dell'opposizione». ha dichiarato. «Nella comunicazione - ha detto - tutti i russi sono cattivi e gli ucraini sono sempre democratici. Non è vero. Si parla delle barche di Putin, ma non della villa comprata dal presidente ucraino Zelenesky in Toscana attraverso una società cipriota».

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA