Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pnrr, 54 siti in Campania saranno riqualificati:
Micillo (M5S): «Ostacoli burocratici superati»

Lunedì 29 Novembre 2021
Salvatore Micillo del MoVimento 5 Stelle.

«Il Pnrr va avanti spedito! Approvato il decreto con l'elenco dei siti orfani da riqualificare. Sono 270 in tutta Italia, dei quali 54 solo in Campania. La città metropolitana di Napoli conta 14 città con 20 siti da bonificare. Sono 2 i siti nel nostro territorio inseriti nell'elenco: uno a Giugliano in Campania e uno a Qualiano. Includendo quelli nelle immediate vicinanze, abbiamo Caivano, Bacoli e Villa Literno in provincia di Caserta. Sono tutti inseriti all'interno dell'elenco che il ministero potrà finanziare con i 500 milioni di euro messi a disposizione dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. A questi, però, vanno aggiunti i 105 milioni di euro previsti con apposito decreto nel 2020».

Lo ha detto il deputato del MoVimento 5 Stelle Salvatore Micillo, commentando la notizia. «I siti orfani sono quelle aree contaminate la cui responsabilità dell'inquinamento non è attribuibile ad alcuno: discariche abusive, interramenti illeciti, utilizzo di compost fuori specifica su terreni agricoli anziché in discarica. In tali aree non è mai stata avviata bonifica e non sono mai stati previsti dei finanziamenti per farla». Ha spiegato il componente della commissione ambiente alla Camera dei deputati «Per tali siti non esistevano definizioni e procedure per consentire il sostegno economico alle amministrazioni che intendevano farsi carico dell'onere della bonifica.

Video

Una difficoltà quindi anche a livello burocratico, adesso superata». Ha proseguito ancora il pentastellato Micillo. «La tutela ambientale è al centro della transizione ecologica e le bonifiche ne rappresentano il cuore. Ringrazio Sergio Costa per aver iniziato questo lavoro e Ilaria Fontana per averlo continuato», così ha concluso Micillo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA