Pnrr, un napoletano su cinque
non ne ha mai sentito parlare

Giovedì 20 Gennaio 2022
Pnrr, un napoletano su cinque non ne ha mai sentito parlare

Uno su cinque non è ha mai sentito parlare. Solo il 7 per cento dei napoletani vanta una conoscenza specifica del Pnrr e, di questi, appena il 3 per cento afferma di averne una conoscenza approfondita, dato che fa dell’area metropolitana partenopea quella italiana con la conoscenza specifica più bassa del Piano nazionale di ripresa e resilienza. È quanto emerge da una ricerca di Changes Unipol, elaborata da Ipso, realizzata con un campione nazionale rappresentativo della popolazione di età 16-74 anni (rappresentativi di oltre 44 milioni di individui) e residenti nelle principali aree metropolitane (rappresentativi di oltre 13 milioni) secondo genere, età, area geografica, ampiezza centro, titolo di studio, tenore di vita, professione e nucleo familiare. 

Video

Complessivamente sono 1.720 le interviste condotte mediante metodo CAWI1 . E, in ambito nazionale solo il 21% degli italiani, pari a circa 9 milioni di concittadini, vanta una conoscenza specifica del Pnrr, mentre il 62% ne ha una cognizione approssimativa (contro il 55% dei napoletani). Appena il 5% della popolazione (pari a circa 2 milioni di italiani) ne ha una consapevolezza veramente approfondita; complessivamente, più di 8 su 10 (83%, pari a circa 36 milioni di concittadini), conoscono almeno di nome il Piano.

In particolare, a Napoli, il 21% afferma di non averne nemmeno mai sentito parlare (contro il 17% della media nazionale). Ma il 58% dei napoletani vede nel Pnrr uno strumento utile al rilancio del Paese. Tra le 6 missioni del Pnrr, l’Inclusione e coesione sociale è considerata prioritaria dai cittadini partenoepi (25%) seguita dalla “Salute” (22%) e dalla Transizione Energetica (20%). Considerata meno prioritaria dai napoletani (8%) la “Digitalizzazione, innovazione, competitività cultura”. 

Ultimo aggiornamento: 14:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA